Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Daria Bignardi, scrittrice e giornalista: ecco chi è. La malattia e la separazione un "periodo di guerra"

  • a
  • a
  • a

Daria Bignardi, scrittrice e giornalista, si racconterà questa sera - venerdì 25 febbraio - a Propaganda Live, il programma tv di La 7 condotto da Dario Bianchi e che tratta, anche utilizzando un pizzico di ironia, i maggiori temi di attualità.

 

 

Bignardi, nata a Ferrara nel 1961, ha iniziato la sua carriera come giornalista negli anni Ottanta. Nel 1991 esordisce in Rai con Gad Lerner nella trasmissione Milano, Italia, mentre nel 1995 si trasferisce a Mediaset. In seguito è passata anche a La 7, dove ha condotto Le invasioni barbariche, ed ha collaborato con Vanity Fair, diretto Donna dal dicembre 2002 al marzo 2005 e nel 2009 ha esordito come scrittrice. È stata direttrice di Rai 3 dal 18 febbraio 2016 al 26 luglio 2017 e di recente ha pubblicato il suo ottavo libro, Libri che mi hanno rovinato la vita e altri amori malinconici.

 

 

Proprio in quel periodo ha sofferto di una malattia e si è separata dal marito: ha raccontato di quegli anni a Donna Moderna. "Non credo sia stata la malattia la cosa più dolorosa. Con quella ci avevo già fatto i conti a 20 anni, quando mio padre è morto di cancro. Però tutte le cose insieme sì. Avevo problemi di lavoro, ero sempre stanca, poi ho fatto la follia di fare la direttrice di Rai 3 che era il ruolo per me meno indicato al mondo. In più venivo dalla chemioterapia, portavo la parrucca, non mi andava di dire i fatti miei. Quando sono riuscita a licenziarmi e sono tornata in famiglia a Milano mi sono anche separata. Tutte quelle cose insieme sono state troppo. Sono quello che nel libro io chiamo un periodo di guerra".