Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Jonathan Bazzi, chi è lo scrittore: "Sono sieropositivo, ancora oggi si prova vergogna a esserlo”

  • a
  • a
  • a

Jonathan Bazzi - lo scrittore in libreria con la pubblicazione dal titolo Corpi minori - racconterà la sua storia a Oggi è un altro giorno, il salotto del primo pomeriggio di Rai1 con Serena Bortone alla conduzione, nella puntata di venerdì 25 febbraio 2022. Da poco è stato ospite di Verissimo (CLICCA QUI): "Sono sieropositivo, ancora oggi si prova vergogna a esserlo” ha detto nel corso della trasmissione di Canale5

 

 

Ma chi è Bazzi? Milanese, 36 anni, lo scrittore è cresciuto con la madre, Concetta detta Tina, e la sorella - dopo che i genitori si erano separati dopo tre anni di matrimonio - in un contesto circondato dal disagio e dalla malavita locale. La madre poi inizia a lavorare come donna delle pulizie e Jonathan va a vivere con i nonni materni, Lidia e Biagio. "Mia mamma faceva le pulizie negli uffici, mia nonna in altre case popolari di Rozzano. Da piccolo le facevo compagnia. Da grande, a 14/15 anni, ho lavorato anch'io", ha raccontato Bazzi. Il padre, Roberto, era un poliziotto: "Non lo sento da quattro anni. Da ragazzino di solito mi portava alla mensa della caserma. Mia madre diceva: Nemmeno il pranzo vuole pagarti". Dopo essersi laureato in Filosofia, nel 2015 ha iniziato a collaborare con varie testate e magazine pubblicando articoli, racconti e personal essay per varie testate e magazine, tra le quali Gay.it, Vice, The Vision e Il Fatto.it. Il primo romanzo lo ha pubblicato nel 2019, dal titolo Febbre, che partiva dalla scoperta della sua sieropositività e spaziava tra l'omosessualità e la vita nella periferia milanese. 

 

 

Bazzi aveva conosciuto il compagno Marius nel 2013. Su Instagram aveva raccontato il primo incontro: "Un appuntamento come un altro. Abbiamo iniziato a vivere insieme dopo una settimana, e siamo arrivati fin qui. In mezzo ci sono stati baci, traslochi, pianti, passeggiate lunghissime, gelati, lavori trovati e persi, diagnosi, canzoni, spaventi mortali, traumii".