Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Renato Carpentieri, chi è l'attore irpino. Una carriera di successo e una vita privata riservatissima

  • a
  • a
  • a

Renato Carpentieri ospite di Oggi è un altro giorno, il salotto televisivo di Rai1 con Serena Bortone alla conduzione, nella puntata di venerdì 21 gennaio 2022. Carpentieri, 78 anni, è originario di Savignano Irpino, è stato recentemente protagonista del film E' stata la mano di Dio, con cui il regista Sorrentino prova a fare il bis negli Oscar.

 

 

Attore e regista teatrale, da giovane parallelamente agli studi in Architettura svolge a Napoli attività di organizzazione e promozione culturale, teatrale e cinematografica.Dal 1975 si dedica a tempo pieno al teatro, anno in cui è socio fondatore del Teatro dei Mutamenti. Debutta come attore nel 1976 in Serata futurista con la regia di Ferrante. Tanto teatro - con Gabriele Salvatore e Dario Fo', debutta nel cinema nel 1990 diretto da Gianni Amelio in Porte aperte. Poi accanto a Nanni Moretti recita ne Il portaborse (1991), nel 1992 Amelio lo rivorrà in un suo film, Il ladro di bambini, poi sarà la volta del regista Salvatores, che lo inserirà in Puerto Escondido (1992) storia di un uomo in fuga dopo essere stato testimone di due omicidi, dove, per la sua indiscutibile bravura nel disegnare il personaggio del commissario Viola, sarà premiato con il Nastro d'Argento come miglior attore non protagonista, recita in tantissime pellicole.

 

 

Poi in tv il telefilm poliziesco La squadra (2005-2007). Da ricordare le partecipazioni nell'episodio Isole in Caro diario di Nanni Moretti, nel segmento Diavolo in bottiglia de I vesuviani di Pappi Corsicato e in Teatro di guerra di Mario Martone, nonché il ruolo del giornalista Amato Lamberti in Fortapàsc di Marco Risi. Nel 2018 vince il David di Donatello per il miglior attore protagonista per il film La tenerezza. Riservatissima la sua vita privata.