Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lorenzo Balducci, chi è l'attore romano: le accuse di raccomandazioni e l'omosessualità

  • a
  • a
  • a

Lorenzo Balducci ospite di Oggi è un altro giorno, il salotto televisivo di Rai1 con Serena Bortone alla conduzione, nella puntata di oggi 21 gennaio 2022. L'attore è nipote dello scultore marchigiano Elio Balducci e secondogenito di Angelo Balducci e Rosanna Thau. Ha iniziato a studiare recitazione all'età di 14 anni e nel 2001 ha fatto l'esordio a teatro. Al cinema invece iniziò con Pupi Avati e il film I cavalieri che fecero l'impresa.

 

 

Balducci, 41 anni, romano, appare poi in varie fiction televisive tra cui Il Papa buono (2003), regia di Ricky Tognazzi. Al cinema prende parte a una lunga serie di film, tra cui Ma che colpa abbiamo noi (2003) di Carlo Verdone, Tre metri sopra il cielo (2004), regia di Luca Lucini. Si dedica anche al cinema internazionale interpretando il film americano In Search of Fellini. Nel 2015 interpreta Mario de' Medici nella serie Medici: Masters of Florence e appare nella commedia di Carlo Vanzina Non si ruba a casa dei ladri. Nel 2019 è tra i protagonisti dello spettacolo di Luciano Melchionna Spoglia-toy, che debutta al Teatro Colosseo di Torino e va successivamente in scena al Piccolo Eliseo di Roma. 

 

 

A differenza di quanto erroneamente affermato nel 2010, l'attore non è mai risultato iscritto nel registro degli indagati in merito all'inchiesta sul G8 de La Maddalena. Registi quali Pupi Avati e Carlo Verdone hanno pubblicamente difeso l'attore dalle accuse di raccomandazioni, affermando a più riprese di averlo scelto esclusivamente per le sue capacità, Lo stesso attore ne ha parlato in un'intervista a Vanity Fair, affermando: "Io sono stato segnalato per una serie di film – non tutti quelli che ho fatto, ci tengo a dirlo –e in un caso non lo immaginavo proprio. [...] Nessuno è mai venuto a dirmi: sei stato raccomandato per questo film. Ma lo capivo, sapevo che c’era una conoscenza tra la mia famiglia e la tal persona. [...] Avrei dovuto dirlo che non volevo essere segnalato, e il fatto che fossi giovane non è una scusante alla mancanza di coraggio. Dovevo dire no perché sapevo di non avere bisogno di essere spinto. Non perché fossi il migliore, per carità, ma per rispetto alla mia passione per questo lavoro, che è autentica" Nel marzo del 2012, durante un'intervista concessa a Il Venerdì di Repubblica, fa coming out parlando apertamente della propria omosessualità. Per un periodo il suo compagno è stato Roger Duplease.