Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ambra Sabatini, l'incidente in moto e l'amputazione: a Tokyo medaglia d'oro nei 100 metri

  • a
  • a
  • a

Ambra Sabatini in estate si è regalata un'emozione meravigliosa, una delle tante magnifiche perle dello sport italiano nel 2021, andando a vincere la medaglia d'oro nei 100 metri categoria T63 alle Paralimpiadi di Tokyo guidando una eccezionale tripletta italiana sul podio, con le compagne di squadra Martina Caironi e Monica Graziana Contrafatto sugli altri due gradini del podio. Sabatini oggi è ospite a Verissimo, la nota trasmissione di Canale5 grazie alla quale potremo magari conoscerla un po’ meglio.

 

 

Ambra Sabatini è nata a Livorno il 19 gennaio 2002 ma è una maremmana doc essendo cresciuta all'Argentario. Lo sport è da sempre la sua grande passione. La sua vita è cambiata il 5 giugno 2019 quando - a soli 17 anni - mentre stava recandosi a un allenamento di atletica a Grosseto, lo scooter su cui viaggiava insieme al padre è stato colpito da un’auto che ha invaso la loro corsia. Questo incidente ha causato ad Ambra l’amputazione della gamba sinistra sopra il ginocchio.

 

 

Ambra però non si è abbattuta e quando poi finalmente le è arrivata una protesi da corsa, è tornata al suo grande amore e in brevissimo tempo ha ottenuto risultati straordinari, ma non più nel mezzofondo, bensì nella velocità. Infatti, al Grand Prix di Dubai Ambra Sabatini ha corso i 100 metri piani nella categoria T63 in 14″59, registrando quello che all’epoca era il nuovo record mondiale paralimpico e naturalmente conquistando la qualificazione per le Paralimpiadi di Tokyo, slittate di un anno a causa del Covid. Importante il rapporto con Monica Graziana Contrafatto che, prima di essere sua compagna, l'ha letteralmente ispirata. Sabatini è fidanzata con Alessandro Galatolo.