Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Emilio Solfrizzi, "il bullismo sconfitto con l'ironia" e il matrimonio con Renata

  • a
  • a
  • a

Emilio Solfrizzi ospite di Oggi è un altro giorno, il salotto del pomeriggio di Rai1 che si occupa di attualità ma anche di personaggi di fiction e televisione, nella puntata odierna di mercoledì 22 dicembre 2021. Sarà intervistato dalla padrona di casa Serena Bortone. L'attore parlerà dell'attuale suo impegno teatrale con la commedia Il malato immaginario di Molière.

 

 

Nato e cresciuto a Bari da padre barese e da madre originaria di Ruvo del Monte (in provincia di Potenza), Solfrizzi (59 anni) si è laureato al Dams di Bologna. Dopo un primo successo a livello locale con Antonio Stornaiolo con cui forma la coppia comica Toti e Tata, insieme fondano a Bari anche il teatro-cabaret La Dolce Vita. Solfrizzi arriva al grande pubblico interpretando il personaggio del pavido e servile giornalista Lino Linguetta in Striscia la notizia (su Canale 5, stagione 1995-1996). Da lì è un crescendo: dalla fiction Sei forte maestro al cinema con Selvaggi di Vanzina, alla sit com Love Bugs in onda su Italia1. E ancora fiction con Mi ricordo Anna Frank, diretto da Alberto Negrin, dove interpreta il drammatico ruolo del padre di Anna Frank. Poi il ritorno al teatro mentre nel 2014 veste i panni del commissario Calabresi in Gli anni spezzati - Il commissario, serie scritta e diretta da Graziano Diana. Dal 2008 al 2012 è protagonista di tre fortunate stagioni della serie Tutti pazzi per amore.

 

 

Della vita privata di Solfrizzi poco si conosce se non che è sposato e ha due figli. La moglie si chiama Renata e i due sono uniti da molto tempo. Dal matrimonio, poi, sono nati due figli, che la coppia ha deciso di chiamare Francesco e Luca. L’attore, durante diverse interviste, ha fatto sapere di essere innamoratissimo della moglie. Con lei ama trascorrere il suo tempo libero, soprattutto andando al mare o girando in motocicletta. A Vieni da me, nel 2020, ha rivelato in una intervista concessa a Caterina Balivo, di aver "sconfitto il bullismo con l’ironia".