Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera domenica 12 dicembre, ad Atlantide i casi di Marco Pantani ed Emanuela Orlandi

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, domenica 12 dicembre, su La7 a partire dalle 21.15 nuova puntata di Atlantide: storie di uomini e di mondi, il programma di inchiesta condotto in studio da Andrea Purgatori. Ma di cosa si occuperà oggi Atlantide? Approfondimento sui più famosi cold case del nostro Paese, cioè i casi di cronaca nera che non sono stati risolti, nonostante siano trascorsi anni ed anni. Purtroppo l'Italia ne ha fatta collezione. Si va dal giallo di Emanuela Orlandi, passando per la misteriosa morte del campione Marco Pantani. In studio annunciata la presenza del procuratore Giancarlo Capaldo, già responsabile della direzione distrettuale antimafia di Roma; dell'avvocatessa Laura Sgrò; del massaggiatore di Marco PantaniRoberto Pregnolato e dell'ematologo Massimo Locatelli.

Una puntata che si annuncia particolarmente interessante in considerazione dell'eco che fanno ancora i casi di Emanuela Orlandi e del campione del pedale, nonostante il tempo continui a trascorrere senza che venga a galla la verità. Atlantide già in passato ha seguito le vicende di Marco Pantani ed Emanuela Orlandi, svelando particolari inediti e raccogliendo testimonianze importanti, purtroppo senza mai arrivare alla scoperta della verità. Anche stasera saranno rivissuti i due episodi, ma secondo le indiscrezioni verranno raccontate novità che stanno continuando ad emergere.

Si riuscirà mai a comprendere che fine ha fatto la ragazza scomparsa 38 anni fa? Di certo il fratello Pietro è ancora alla ricerca della verità e nelle ultime settimane il caso è tornato al centro dell'attenzione dopo le sue dichiarazioni. In occasione della presentazione del libro del magistrato Giancarlo Capaldo dal titolo La ragazza scomparsa, Pietro Orlandi ha duramente attaccato il Vaticano, senza giri di parole: "Ha tradito Emanuela e la mia famiglia - ha detto - Ci ha voltato le spalle". Uno sfogo destinato a lasciare ancora una volta il segno. Così come il libro di Capaldo, ispirato proprio al caso di Emanuela. Ma anche sul caso di Marco Pantani sembrano esserci nuovi particolari.