Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv venerdì 10 dicembre a Le Iene speciale sullo scandalo dell'Antimafia: dodici condanne

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, venerdì 10 dicembre, su Italia 1 lo speciale de Le Iene di Matteo Viviani e Riccardo Spagnoli sullo scandalo antimafia. Una puntata interamente dedicata al processo della Sezione Misure di Prevenzione antimafia di Palermo, che si occupa di sequestrare e gestire temporaneamente i beni tolti a chi è sospettato di essere in odore di mafia. Dodici persone sono state condannate in primo grado per essersi scambiate soldi e favori proprio all’ombra dell’antimafia. 

Le Iene attraverso il sito ufficiale del programma annunciano "contenuti inediti, testimonianze dei principali protagonisti, indagini e ricostruzioni" nello speciale, condotto da Matteo Viviani e scritto da Riccardo Spagnoli. I servizi ripercorreranno tutti i retroscena che hanno portato alle dodici condanne di quello che veniva definito il “cerchio magico”. Dopo un’indagine della procura di Caltanissetta cominciata nel 2015, sono stati infatti condannati in primo grado magistrati, avvocati, amministratori giudiziari, ex prefetti, consulenti, professori universitari e ufficiali della Guardia di Finanza. Viene unanimemente considerato uno degli scandali più clamorosi nella storia dell’antimafia, a cominciare dalle intercettazioni registrate per mesi dalla Finanza e mai ascoltate finora, quelle che ricostruiscono il momento in cui avvenne lo scambio di soldi in contanti tra tra Silvana Saguto e Cappellano Seminara. E non solo.

Annunciata anche la video testimonianza esclusiva di Achille De Martino, per 12 anni a capo della scorta di Saguto, che ai microfoni della trasmissione racconta sia i rapporti che intercorrevano tra la giudice, Cappellano Seminara e Carmelo Provenzano, sia il suo stile di vita. Le Iene daranno poi spazio alle storie di alcuni imprenditori che hanno subito i sequestri e che, pur ritenuti innocenti, si ritrovano a dover pagare milioni di euro di debiti. Inoltre le dichiarazioni di alcuni dei principali condannati, raccolte da Matteo Viviani prima della sentenza. Infine, Pino Maniaci, giornalista e direttore di Telejato, al centro delle cronache per la vicenda giudiziaria che lo vedeva collegato a questo scandalo con l’accusa di estorsione. Dopo l'assoluzione, il racconto della sua storia, approfondita grazie allo studio dei documenti delle indagini del processo di Caltanissetta. Silvana Saguto, magistrato di lunga data e icona della lotta alla mafia, era a capo della sezione misure di prevenzione Antimafia di Palermo. E' stata radiata definitivamente dalla magistratura. Queste le condanne esemplari che sono state inflitte: 8 anni e 6 mesi per l’ex giudice Silvana Saguto; 7 anni e 6 mesi all’avvocato Cappellano Seminara; 6 anni e 10 mesi per il professore universitario Carmelo Provenzano; 6 anni e 2 mesi a Lorenzo Caramma, marito di Silvana Saguto; 4 anni al tenente colonnello della Guardia di Finanza Rosolino Nasca in servizio alla Dia; 3 anni all’ex prefetto di Palermo, Francesca Cannizzo.