Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Andrea Delogu e il compleanno di Ema Stokholma: "Auguri tappetta". E lo scatto in coppia è super sexy | Foto

  • a
  • a
  • a

Andrea Delogu rende omaggio all'amica Ema Stokholma. La conduttrice e scrittrice infatti ha pubblicato nelle sue stories di Instagram gli auguri di compleanno all'amica di origini francesi, con tanto di scatti celebrativi effettuati durante alcuni shooting fotografici. In uno di questi, Andrea prende in giro simpaticamente l'amica, scrivendo: "Quando mi fingo più alta di lei, auguri tappetta", ha scritto nel messaggio interno all'immagine. Il risultato in quella circostanza era super sexy, ora è decisamente più ironico.

 

 

Le due spesso e volentieri deliziano i follower con alcune foto o video che raccontano la loro quotidianità. Soprattutto durante l'estate scorsa le due hanno dato vita spesso a storie simpatiche, sexy e divertenti sui profili social.

 

 

Nei giorni scorsi la Delogu si è fatta immortalare davanti al suo albero di Natale. La conduttrice nella sua casa si è cimentata nella ricorrenza condividendo però sui social i ricordi del Natale. "Quando ero piccola, dove abitavo, il Natale era così magico, così vivo che sembrava che il mondo intero cambiasse - ha scritto Andrea ricordando l'infanzia nella comunità di San Patrignano -. Mi svegliavo una mattina e nel piazzale trovavo un albero che mi sembrava gigante, tutto addobbato. Entravo nel salone delle colazioni e dal tetto piovevano stelle filanti, palle d’oro e d’argento e alle finestre ghirlande infinite".

 

 

"Festeggiavamo tutti insieme con la consegna dei regali per tutti i bambini e davvero non sapevi che cosa ti sarebbe capitato perché Babbo Natale doveva accontentare tutti più o meno nello stesso modo, la vera 'sorpresa'. E la notte della vigilia la si passava tutti insieme, tutti davvero. Centinaia di ragazze e ragazzi uniti a cantare, mangiare, scherzare. Era il Natale dei sogni". Delogu, 39 anni, è cresciuta all'interno della comunità di San Patrignano dove si erano conosciuti i suoi genitori.