Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mino Reitano, come è morto: la mamma persa a 2 anni, l'amore per la famiglia e il successo con Italia

  • a
  • a
  • a

Mino Reitano oggi 7 dicembre avrebbe compiuto gli anni, Invece ne sono trascorsi quasi tredici dalla sua morte a causa di un tumore all'intestino nel gennaio 2009. Oggi è un altro giorno - la trasmissione del primo pomeriggio di Rai1 condotta da Serena Bortone - lo ricorda con un approfondimento sulla carriera e la vita del cantante calabrese.

 

 

Originario di Fiumara, in provincia di Reggio Calabria, Mino - all'anagrafe Beniamino Reitano - era nato il 7 dicembre 1944. Nelle sue canzoni celebrava spesso i temi dell'amore romantico, ma anche quelli del Meridione e della condizione dell'emigrante. Quasi sempre autore anche delle musiche dei suoi testi, spesso in collaborazione i fratelli, è stato anche autore per altri artisti. Apprezzato anche per la sua esuberanza interpretativa è sempre stato considerato una sorta di evergreen della musica italiana. Negli anni Settanta partecipa a Un disco per l'estate (primo posto nel 1971 con Era il tempo delle more), Cantagiro, Festivalbar, Canzonissima (secondo posto nel 1973 con Se tu sapessi amore mio). Scrive La sveglia birichina, canzone che nel 1973 partecipa e vince lo Zecchino d'oro e partecipa sette volte al Festival di Sanremo. Sul palco dell'Ariston la soddisfazione più grande se la concede con il brano Italia con cui chiude al sesto posto, un pezzo inizialmente scritto per Pavarotti e che invece canta Reitano, probabilmente il suo pezzo più conosciuto. Negli anni Novanta e Duemila è spesso ospite in televisione, poi nel 2007 gli viene diagnosticato il male.

 

 

Reitano muore all'età di 65 anni, ad Agrate Brianza, dopo aver fatto anche due operazioni chirurgiche. Mino aveva perso la mamma a soli due anni ed era cresciuto con il padre, ferroviere con la passione per la musica (suonava il clarinetto ed era il direttore della banda del paese). Una passione trasferita a Mino che studiò nel conservatorio per poi fare la gavetta tra l'Italia e la Germania (in un club suonò anche con i Beatles, all'epoca ancora sconosciuti). Mino Reitano è stato sposato per tanti anni con la sua adorata moglie Patrizia. Uomo di grande fede cattolica, è sempre stata innamoratissimo della consorte, madre delle sue due figlie Giuseppina Elena, nata nel 1978, e Grazia Benedetta, nata nel 1979.