Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Andrea Antonello, l'autismo e il viaggio con il padre Franco: la tragedia che ha coinvolto il fratello Alberto

  • a
  • a
  • a

Tutto il mio folle amore, il film in onda mercoledì 1 dicembre, è ispirato alla storia vera di Franco e Andrea Antonello. I due sono rispettivamente un padre e un figlio uniti da un grande amore e da un rapporto speciale. Andrea è un ragazzo di Castelfranco Veneto nato nel 1993 e affetto da autismo, patologia diagnosticata quando aveva poco più di due anni. Il padre Franco, un imprenditore nel mondo della comunicazione, ha deciso di combattere insieme a suo figlio Andrea questa patologia, arrivando anche a creare la fondazione I bambini delle Fate.

 

 

E così Franco ha deciso di cambiare vita in favore non solo del figlio, ma di tutti i ragazzi e i bambini affetti da gravi patologie. Ha lasciato la sua azienda ad alcuni collaboratori e ha avviato una fondazione che potesse aiutare le famiglie con disabili, ben conscio delle loro difficoltà quotidiane. Franco ha sempre ribadito quanto sia difficile per molte famiglie gestire un figlio disabile e, soprattutto, quanto grandi siano le preoccupazioni legate al futuro. Negli ultimi anni, Franco e Andrea Antonello hanno ottenuto una crescente attenzione mediatica grazie ai loro viaggi in Sudamerica e negli Stati Uniti. Questi viaggi sono stati minuziosamente documentati da papà Franco e postati sulla loro pagina Facebook.

 

 

Non si trattava di semplici viaggi di piacere volti a scoprire nuove città, ma di percorsi in cui un padre e un figlio hanno approfondito il loro legame, hanno mostrato al mondo cosa possono fare se restano insieme e, soprattutto, che la disabilità non deve essere un ostacolo. La madre di Andrea si chiama Bianca. Collabora anche lei con il progetto I Bambini delle Fate. Una tragedia invece ha scosso la famiglia Antonello: nella notte del 31 ottobre 2019, a seguito di un grave incidente stradale avvenuto dopo una festa nella discoteca King’s di Jesolo, Alberto Antonello è rimasto gravemente ferito. Il ragazzo viaggiava con la fidanzata di nome Giulia Zanardin, di appena 18 anni, che non ce l’ha fatta. Alberto è stato condannato a 8 mesi di carcere perché ubriaco e senza patente in quella circostanza. La storia tra Franco e Andrea ha dato lo spunto per il romanzo Se ti abbraccio non aver paura di Fulvio Ervas e il film di Gabriele Salvatores, Tutto il mio folle amore, in onda su Rai1 mercoledì 1 dicembre.