Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bobby Solo, l'Elvis italiano: il nome nato per sbaglio. Due matrimoni e la relazione con Mimma Foti

  • a
  • a
  • a

Bobby Solo ospite di Domenica In, oggi 28 novembre 2021. Mara Venier intervisterà l'iconico cantante e attore che, in particolare, negli anni Sessanta, ha spopolato. Nel programma di Rai1 racconterà la sua carriera ma anche alcuni aspetti della sua vita privata.

 

 

Romano, 76 anni, all'anagrafe Roberto Satti, deve tutto alla sua grande passione per il rock’n’roll  ed Elvis Presley che diventa fonte d’ispirazione nel look. Così impara a suonare la chitarra e scrivere le prime canzoni sino al primo grande successo, Una lacrima sul viso del 1964 con cui partecipa al Festival di Sanremo (secondo posto). Un abbassamento di voce lo porta - primo caso nella storia della manifestazione - a cantare in playback. Situazione che contribuisce al successo tanto che il brano venderà oltre due milioni di copie ottenendo un successo internazionale. Nello stesso anno vince il Festivalbar. Nel 1965 Bobby Solo torna sul palco dell'Ariston e vince con Se piangi se ridi. Sono anni d'oro quelli per il clone italiano di Elvis, Non c'è più niente da fare è un altro grande successo, vince ancora il Festival di Sanremo con Iva Zanicchi e la canzone Zingara. Nel decennio successivo, pur continuando a incidere, il successo diminuisce, torna al successo nel 1980 con Gelosia, con cui partecipa al Festival di Sanremo, insieme a Rosanna Fratello e Little Tony, forma il supergruppo i Ro.Bo.T. (dalle loro iniziali). Nel 2003 torna al Festival di Sanremo con Non si cresce mai, in duetto con l'amico Little Tony.

 

 

Curiosa il retroscena alla base del nome d'arte Bobby Solo, nato per l'incomprensione di una segretaria della casa discografica. Quando il padre, Bruno ex ufficiale dell'Aeronautica che durante la guerra si era meritato due decorazioni al valore, si rifiutò di vedere il suo cognome utilizzato per fare rock, il discografico Micocci propose di adottare il solo nome di battesimo, all'inglese, "Bobby, solo Bobby". Lei capì male, e nacque il nome d'arte Bobby Solo. Due i matrimoni di Bobby Solo. Il primo, nel 1967, quando sposa Sophie Teckel, ballerina francese. La coppia ebbe tre figli: Alain (1968), Chantal (1971), Muriel (1975). Nel 1991 il divorzio, successivamente il cantante romano riconobbe la figlia (Veronica, che nel 2018 ha partecipato al Grande Fratello) nata nel 1990 da un relazione con Mimma Foti. Successivamente ha sposato Tracy Quade, hostess di origini coreano-statunitensi con cui ha avuto il quinto figlio (Ryan) nel 2013. Nel 2013 un malore, vicino Città di Castello mentre raggingeva Apecchio per un'esibizione, aveva fatto temere il peggio cavandosela poi con due giorni in ospedale.