Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il Provinciale di Federico Quaranta in Friuli Venezia Giulia: il Carso, confine della storia

  • a
  • a
  • a

Il Provinciale, in onda su Rai 2 oggi sabato 27 novembre dalle ore 14, sarà in Friuli Venezia Giulia. Federico Quaranta partirà dalle foci dell’Isonzo fino a Trieste, camminando lungo il confine della storia, il Carso triestino, una vera e propria zona di frontiera. Qui, sul Monte San Michele, ha combattuto tra il 1915 e il 1916 uno dei più importanti poeti del Novecento, Giuseppe Ungaretti, che ha raccontato questo luogo e la tragedia vissuta dai soldati nella Grande Guerra in versi che sono rimasti immortali. Ma il Carso di oggi, selvaggio e rigoglioso, non è più quello che allora era un’immensa pietraia priva di vegetazione.

Mia Canestrini, per parlare proprio di questo affascinante fenomeno geologico, visiterà i laghi di Doberdò e Pietrarossa, che sono due dei più importanti bacini carsici di tutta Europa, e le risorgive del Timavo, un fiume che nasce in Croazia e che al termine del suo corso sfocia sull’Adriatico, nella zona di Duino. Il Carso è una montagna cava, piena di doline, grotte, inghiottitoi, foibe. E sono tate proprio le foibe a segnare un altro momento tragico della storia del secolo scorso, quando queste terre venivano occupate dai partigiani jugoslavi di Tito, costringendo migliaia di persone all’esodo, ad abbandonare le proprie case e le proprie terre, per andare a vivere in campi profughi sparsi in tutto il territorio nazionale.

Il viaggio di Federico Quaranta, che si fermerà anche a mangiare in una osmiza, una delle particolari osterie del Carso aperte solo pochi giorni l’anno, e che andrà a scoprire pure i ruderi di Castelvecchio a Duino, un edificio costruito su uno sperone di roccia a precipizio sul mare, si concluderà al Porto Vecchio di Trieste, una delle zone più suggestive della città. Insomma un sabato che si annuncia davvero molto intenso per Il Provinciale di Rai 2.