Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Massimo Bagnato, dal tormentone della mano alzata al tifo per la Roma: il derby con il padre della Lazio

  • a
  • a
  • a

Massimo Bagnato (nella foto, ripresa dal sito massimobagnato.it), ha portato in tv la sua comicità nonsense e ha conquistato il pubblico principalmente con il suo tormentone della mano alzata, sia a Zelig che al Maurizio Costanzo Show, trasmissione dove è stato lanciato. Il successo è arrivato appunto nel 1999 con il Maurizio Costanzo Show.

 

 

Nato a Roma l’11 giugno 1972 sotto il segno zodiacale dei Gemelli, Massimo Bagnato è da sempre appassionato di recitazione, intraprendendo a soli 17 anni la sua carriera artistica. Ha cominciato come gavetta al Fellini di Marcello Casco a Roma per poi presentare nel 1993 il suo primo spettacolo teatrale presso il Talent Scout. Sin da subito ha conquistato il suo pubblico, imitando personaggi come Renato Zero e Gianni Morandi. Nel 1998 è comparso per la prima volta in televisione come concorrente di Sarabanda. Dopo il Maurizio Costanzo Show, ha iniziato anche a collaborare in radio con i simpaticissimi Lillo & Greg.

 

 

Il tormentone della mano alzata è arrivato nel 2010 con lo spettacolo Quanti pensano? con cui ha conquistato l’intero paese girando per teatri, eventi e feste. Nello stesso anno è entrato a far parte del cast di Zelig. Tra le curiosità sul suo conto, ama il calcio ed è un grande tifoso della Roma, nonostante il padre sia un sostenitore della Lazio. Ha anche lavorato in radio come commentatore sportivo e ha pubblicato un libro dal titolo Il pallonaro. I suoi miti sono Alberto Sordi e Francesco Totti. Massimo Bagnato è tra i protagonisti della puntata di Zelig, in onda su Canale5 giovedì 25 novembre.