Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Linea Verde alla scoperta del Centro Italia colpito dal terremoto. Servizi da Norcia, Amatrice, Accumoli e Arquata. Le anticipazioni

  • a
  • a
  • a

Anche nella giornata di oggi, domenica 21 novembre, nella mattinata televisiva della Rai appuntamento con Linea Verde, inizio alle ore 12.20 sulla rete ammiraglia della televisione di Stato, Rai 1. Il programma esplorerà i territori del Centro Italia che, nel 2016, furono duramente colpiti dal sisma che causò la morte di oltre trecento persone e il crollo di migliaia e migliaia di edifici. Ancora adesso le regioni sono alle prese con una ricostruzione che stenta, anche se sono stati compiuti importanti passi avanti.

La trasmissione si concentrerà in particolare su Norcia (in provincia di Perugia) e Amatrice (in provincia di Rieti), ma con brevi approfondimenti anche nella zona di Accumoli (altro comune in provincia di Rieti), Arquata del Tronto (nel territorio di Ascoli Piceno) e con uno spazio dedicato alle bellezze e alla biodiversità dello spettacolare Parco dei Monti Sibillini. Beppe Convertini e Peppone racconteranno le storie di persone che, malgrado le difficoltà, hanno scelto di rimanere nella terra in cui sono nati o in cui hanno investito le loro risorse, i loro progetti e i loro sogni, dedicandosi all’agroalimentare e alle attività ad esso connesse.

Dalle eccellenze gastronomiche, come il guanciale e il prosciutto, al recupero di antiche colture come lo zafferano, dai frutti di bosco alle produzioni casearie, il lavoro di agricoltori e allevatori è protagonista della puntata, ma al centro del racconto ci sono soprattutto le storie personali di chi ha dovuto, nell’ultimo quinquennio, affrontare prima il terremoto e poi la pandemia, uno dei peggiori più difficili della storia di questa splendida area del Centro Italia. Il programma incontrerà le suore benedettine del Monastero di Sant’Antonio a Norcia e si visiterà la Casa delle Donne di Amatrice e Frazioni, si conosceranno chef, imprenditori, norcini, allevatori e infine, con i ragazzi dell’Istituto alberghiero di Amatrice, si scopriranno i grandi primi piatti della tradizione.