Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv PiazzaPulita su La7: gli ospiti di Corrado Formigli e le anticipazioni. Covid, neonazisti, economia e politica

  • a
  • a
  • a

Nuova puntata di PiazzaPulita stasera in tv, giovedì 18 novembre. Il programma di approfondimento condotto da Corrado Formigli, in onda tutte le settimane su La7, metterà di nuovo al centro del dibattito la pandemia da Covid, facendo il punto sulla situazione sui contagi in Italia e nel mondo e sulle possibili nuove restrizioni del governo, a partire dall'obbligo della terza dose di vaccino per gli operatori sanitari e la diminuzione della durata del green pass per chi ha aderito alla campagna. Ancora: è giusto che restrizioni più severe vengano applicate soltanto nei confronti dei no vax come stanno chiedendo a gran voce i governatori della maggior parte delle regioni?

Tra gli argomenti che saranno trattati, anche la vicenda dei neonazisti che sfilano lungo le strade di Varsavia e i migranti che sono stati respinti con i cannoni ad acqua al confine tra la Polonia e la Bielorussia: reportage sulla tragedia che si sta consumando alle porte dell'Europa. Come al solito non mancheranno gli approfondimenti di carattere politico. L'elezione del nuovo presidente della Repubblica è ormai al centro del dibattito e il centrodestra negli ultimi giorni è sembrato meno compatto delle settimane precedenti. Naturalmente saranno trattati anche i temi dell'economia e cosa devono aspettarsi gli italiani per i prossimi mesi, non solo alla luce dell'andamento del virus.

Nel corso della puntata, come sempre, non mancheranno il racconto di Stefano Massini e la nuova rubrica PiazzaSelvaggia, a cura di Selvaggia Lucarelli, reduce dal durissimo scontro di sabato scorso con il cantante Morgan, durante lo show Ballando con le Stelle in cui lei fa parte della giuria vip, mentre lui è un concorrente. Tornando a PiazzaPulita, tra gli ospiti annunciati per questa sera il professore ordinario dell’Università Bocconi di Milano, Tito Boeri; il professore di microbiologia dell’Università di Padova, Andrea Crisanti; il ministro alla Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, e i giornalisti Mario Calabresi e Federico Rampini