Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Leopoldo Mastelloni, dalla bestemmia in diretta alla denuncia dell'omofobia nello spettacolo

  • a
  • a
  • a

Leopoldo Mastelloni è uno dei migliori attori, cantanti e registi teatrali napoletani degli ultimi decenni, personaggio televisivo famoso soprattutto nei primi anni Ottanta. Nato a Napoli il 12 Luglio del 1945 (Cancro), è fratello del famoso giudice Carlo, l’artista proviene infatti da una nota famiglia di giuristi. Tra le curiosità sul suo conto, Mastelloni è intervenuto qualche tempo fa in tv denunciando la sua condizione di pensionato “povero” nonostante gli oltre cinquant’anni sulle scene.

 

 

Appassionato di teatro fin da ragazzino, subito dopo la licenza liceale il giovanissimo Leopoldo iniziò a lavorare in varie compagnie. Nel 1965 debuttò al prestigioso Teatro Esse. Dopo molti anni dedicati al genere drammatico, negli anni Settanta Mastelloni iniziò a lavorare in commedie al fianco di Teo Teocoli e Massimo Boldi. Scoperto dal regista Antonello Falqui, in quello stesso periodo arrivò anche la televisione. Il cinema non si fece attendere e, fra gli altri, l’attore napoletano apparve nei film Culo e camicia (insieme a Renato Pozzetto), Per favore, occupati di Amelia e Inferno.

 

 

Nel 1984 però un errore costò a Mastelloni l’allontanamento dalla Rai: durante una puntata di Blitz, si lasciò scappare di bocca una bestemmia. Leopoldo tornò così ad occuparsi di quelli che sono i suoi veri grandi amori da sempre, ovvero la musica ed il teatro. Leopoldo Mastelloni non ha mai fatto mistero della propria omosessualità neanche in passato, quando il coming out non era né scontato né facile. E infatti l’artista napoletano denunciò anche l’omofobia che imperava nell’ambiente dello spettacolo. Leopoldo Mastelloni è tra gli ospiti di Oggi è un altro giorno, il talk show di Serena Bortone in onda su Rai1 dal lunedì al venerdì a partire dalle ore 14. L'attore napoletano è protagonista nella puntata di giovedì 18 novembre insieme ai Cugini di Campagna e all'attore Giuseppe Zeno..