Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lino Banfi, dagli strozzini ad ambasciatore dell'Unicef. L'amore per Lucia e i figli

  • a
  • a
  • a

Lino Banfi è fresco vincitore del Premio Troisi e stasera sarà protagonista dello show Prodigi, in onda su Rai1, che vedrà esibizioni di danza, canto e musica correlati a momenti di solidarietà per l'Unicef di cui l'attore pugliese è ambasciatore.

 

 

Quanta strada ha fatto Lino Banfi, nome d'arte di Pasquale Zagaria. Originario di Andria, 85 anni, ha iniziato nel cabaret, si è affermato come uno degli attori maggiormente rappresentativi della commedia sexy degli anni Settanta e Ottanta, è diventato popolare con pellicole cult come  Vieni avanti cretinoL'allenatore nel palloneAl bar dello sportFracchia la belva umanaIl commissario Lo Gatto e Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio, E poi si è dedicato alle fiction - come Un medico in famiglia - sino a pellicole più impegnate e drammatiche. Ha lavorato con alcuni noti registi del cinema italiano, quali Luciano Salce, Nanni Loy, Steno, Dino Risi e Lucio Fulci.

 

 

Gli inizi furono molto difficili, tanto che Banfi attraversò periodi di seria difficoltà economica, finendo anche in preda agli strozzini. Il 24 dicembre 1954 fu soccorso da un posteggiatore abusivo napoletano di nome Ciro che lo portò a casa sua per sfamarlo, pagandogli anche un biglietto per Milano, dove a causa delle ristrettezze economiche fu costretto a dormire in edifici in costruzione, o nelle stazioni dei treni. Nel 1955 arrivò addirittura a fingersi malato per essere operato alle tonsille, solo per poter dormire al caldo all'interno dell'ospedale. Nel 1962, dopo 10 anni di fidanzamento, si è sposato con Lucia Lagrasta e ha avuto due figli, Walter e Rosanna. Quest'ultima, anche lei attrice, ha recitato molto spesso a fianco del padre, sia nel cinema sia in televisione.