Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morgan a Oggi è un altro giorno tra gaffe, querele e attacchi a Selvaggia Lucarelli: "Incompetente". Poi le scuse in valzer

  • a
  • a
  • a

Ospitata pirotecnica quella di Morgan a Oggi è un altro giorno, il salotto tv di Rai1. L'artista parte subito con una gaffe e, parlando in milanese, chiede a Memo Remigi come sta la moglie. Remigi sorride e spiega che non c'è più da qualche mese, come ampiamente raccontato negli ultimi mesi e pure a Ballando con le Stelle dove entrambi sono concorrenti. Morgan dice "ho pestato, come si dice..." e cambia argomento. Nessuno in studio sembra accorgersi della gaffe anche perché Bortone svolta subito sul caso degli ultimi giorni: l'aggressione verbale di Morgan a Selvaggia Lucarelli.

 

 

Bortone cerca di leggere quanto ha pubblicato Selvaggia Lucarelli sui social, svelando come Morgan avesse recitato e di aspettare le scuse. Morgan si inalbera chiede di non leggere quanto scritto a Selvaggia e annuncia di aver querelato la giornalista. Poi ci mette il carico: "Lei è imbarazzante, mi fa andare fuori tema. Non ha competenze di ordine artistico, è incompetente". Bortone cerca di frenare la verve di Morgan che però è irrefrenabile. "Basterebbe chiedere scusa" dice la conduttrice, mentre Morgan tira in mezzo "il bullismo che una donna fa a un uomo utilizzando principi femministi". Un delirio da cui anche la compagna di ballo Alessandra Tripoli cerca di uscirne provando a spostare la discussione sull'esecuzione dell'ultima performance. Bortone resta ferma nel riportare la discussione sul binario dell'equilibrio e, alla fine, Morgan fa un passo indietro da capire se ironico o reale: "faccio le mie scuse con le musiche di Bach, un valzer che si può trovare anche nel mio profilo Instagram e chiedo a Selvaggia Lucarelli di ascoltarlo".

 

 

L'ospitata però non finisce perché Morgan - con Bortone un po' sulle spine - si esibisce con Memo Remigi interpretando Innamorarsi a Milano facendosi però suggerire parti del testo dallo stesso autore che lo accompagna al piano. Comunque una bella interpretazione con assolo finale di Morgan.