Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gerry Scotti, dal figlio Edoardo al vitalizio da ex parlamentare: 1.400 al mese devoluti in beneficenza

  • a
  • a
  • a

Gerry Scotti è uno dei conduttori televisivi più amati dal pubblico, volto storico di Mediaset e la cui carriera è partita dalla radio alla fine degli anni Settanta. Nato il 7 agosto 1956 (Leone) a Camporinaldo, in provincia di Pavia, sin da giovane si è trasferito con famiglia a Milano. Superato il liceo classico si è iscritto a Giurisprudenza, ma non ha conseguito la laurea per soli due esami.

 

 

In passato a Un Giorno da pecora, su Radio Rai1, nella trasmissione condotta da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari si era espresso così su una vecchia storia rimasta in sospeso con Matteo Renzi, nel 2014: Scotti infatti scrisse all'ex Presidente del Consiglio per farsi togliere il vitalizio. "Lui disse 'ci penso io, stai sereno'. Poi è sparito, ora non so a chi telefonare. Però - ha proseguito il conduttore - mi ha detto che prima o poi si attuerà un provvedimento per cui chi vuole rinunciarci dovrà solo firmare la rinuncia, punto e basta". In realtà, Gerry Scotti devolve i 1.400 euro al mese di vitalizio in beneficenza.

 

 

Per quanto riguarda la vita privata, nel 1991 ha sposato Patrizia Grosso, prima moglie di Gerry Scotti e donna a cui è stato sentimentalmente legato sino al 2002 e da cui ha avuto il figlio Edoardo. Dopo la separazione da Patrizia Grosso, Gerry Scotti ha ritrovato la serenità con Gabriella Perino. Durante una intervista rilasciata in passato al settimanale Chi, il conduttore televisivo ha raccontato: “Ci siamo ritrovati entrambi dopo la separazione", le sue parole di qualche tempo fa. Quando il figlio Edoardo è diventato padre di Virginia (avuta da Ginevra Piola), nonno Gerry ha espresso la propria gioia postando su Instagram una foto dove spingeva la carrozzina con la nipotina. Gerry Scotti è tra gli ospiti di D'Iva, lo speciale dedicato a Iva Zanicchi in onda giovedì 11 novembre su Canale5.