Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orietta Berti e il no a Playboy: "Ho rifiutato di posare nuda per non sentire mia madre e mia suocera"

  • a
  • a
  • a

Orietta Berti è una delle cantanti più famose in Italia e negli ultimi tempi si è fatta apprezzare anche dal pubblico più giovane, prima grazie alla partecipazione al Festival di Sanremo e poi con il singolo Mille insieme a Fedez ed Achille Lauro, diventato un autentico tormentone. Il brano infatti è rimasto in vetta a tutte le classifiche per tante settimane.

 

 

"Da giovane mi è mancato il papà che avevo 18 anni in un incidente; ci siamo ritrovati io, la mamma e la nonna. Non erano tempi d’oro. Volevo fare la cantante ma non c’erano i mezzi di oggi", ha rivelato in una vecchia intervista al Corriere della Sera. Ma mano a mano negli anni Sessanta iniziarono ad arrivare i primi apprezzamenti nel panorama musicale italiano. Fino a quando il brano Fin che la barca va ebbe uno stratosferico successo e la lanciò definitivamente, autentica svolta in carriera. Quando raggiunse il successo era ancora una ragazzina, e così le donne della sua famiglia furono molto protettive nei suoi confronti e la costrinsero a rinunciare ad alcune proposte interessanti, di tenore decisamente sorprendente se si pensa a Orietta Berti.

 

 

"Playmen e Playboy mi chiesero di posare nuda - ha confessato tempo fa -. Mi offrirono cifre da capogiro: ma chi l’avrebbe sentite poi mia madre e mia suocera. Quando una rivista, negli anni Settanta, pubblicò una vignetta con una mia caricatura in barca accanto a un prestante bagnino, mia madre si arrabbiò con me. Cosa c’entro io, se non so nemmeno chi l’ha disegnato?”, le sue parole sempre in una vecchia intervista. Per quanto riguarda la vita privata, è sposata dal 14 marzo 1967 con Osvaldo Paterlini: i due hanno avuto due figli, Omar nato nel 1975 e Otis nel 1980. Giovedì 4 novembre è tra gli ospiti di D'Iva, lo show di Iva Zanicchi in onda su Canale5.