Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv, 4 novembre 2021, Dritto e Rovescio su Rete4: tra gli ospiti Pregliasco e Feltri

Del Debbio Dritto e Rovescio 

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, oggi giovedì 4 novembre 2021, solito appuntamento con Dritto e Rovescio su Rete4 (ore 21,25). Al comando del talk politico di approfondimento sui fatti d'attualità sempre Paolo Del Debbio. Nella puntata di stasera si parlerà dell’aumento dei contagi in Italia, di terza dose di vaccino, tornata in auge dopo il tanto discusso servizio di Report e delle bufale no-vax.

 

 

Ospite in studio Fabrizio Pregliasco con cui Del Debbio commenterà l’aumento dei contagi e della situazione drammatica a cui si rischia di andare incontro per colpa di chi non segue le regole. Con Annamaria Bernini (FI), Davide Faraone (Italia Viva), Giuliano Granato (Potere al Popolo) e Stefano Fassina (Patria e Costituzione) si tratterà poi l'altro tema caldo nel nostro paese: la terza dose di vaccino. Con gli ospiti in studio si toccherà la questione delle bufale dei no-vax e di chi non crede e rispetta la scienza. Questo è un fenomeno che sta diventando davvero pericoloso. Si dibatterà anche delle parole di Enrico Montesano, vero e proprio leader incontrastato di chi è contrario al vaccino, con il quesito se questa sua esposizione mediatica non possa sfociare in un nuovo partito.

 

 

Spazio inoltre a un’intervista a Vittorio Feltri, che ha fatto la terza dose e invita tutti a vaccinarsi e a essere responsabili. Infine, si parlerà di un altro tema scottante, quello relativo alla sicurezza. Dopo il rave avvenuto a Torino sotto gli occhi delle forze dell’ordine, la domanda che ci si pone è se il ministro degli Interni Luciana Lamorgese stia gestendo bene la situazione, per poi fare un punto sulla legittima difesa In Italia e sulla nuova legge che rischia di generare un Far West nel nostro paese, dove è aumentata la detenzione delle armi da fuoco in difesa da ladri e rapinatori. Tra gli ospiti della puntata anche: Maurizio Gasparri (FI), Emanuele Fiano (Pd) e Giovanni Donzelli (FdI).