Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Linea Blu, oggi 30 ottobre 2021 su Rai1 le biodiversità del mare: Sardegna e Campania

  • a
  • a
  • a

Oggi in tv, sabato 30 ottobre, nuovo appuntamento con Linea Blu, il programma di Rai1 che racconta il mare (dalle ore 14) condotto da Donatella Bianchi. Una puntata speciale quella in onda, dedicata alle biodiversità del Mediterraneo.

 

 

Il viaggi inizia dall‘area protetta di Capo Caccia, che si trova nella zone settentrionale della Sardegna. Si tratta di un promontorio composto da roccia calcarea a 180 metri dal livello del mare. Il suo nome deriva delle battute di caccia ai piccioni che organizzavano i notabili dell’Ottocento attorno al promontorio. La conduttrice però si sofferma sulle ripide falesie a strapiombo sul mare dove nidifica il falco pescatore. E’ un uccello rapace che può raggiungere i 60 cm di lunghezza. Si nutre prevalentemente di pesci vivi che riesce a catturare afferrandogli con gli artigli imponenti. Ma possono anche consumare uccelli, topi e serpenti. Poi un salto all'isola de La Maddalena per spiegare come le nostre coste, che si estendono per quasi 8.000 km, sono formate in molti tratti da litorali piatti e sabbiosi con l'esempio delle piccole spiagge, chiamate anche pocket beach (letteralmente spiagge a tasca).

 

 

Poi Donatella Bianchi fa un salto in Campania,nella Grotta Azzurra di Capri il cui ingresso è alto meno di un metro. E’ raggiungibile attraverso delle piccole barche a remi ma è proibito visitarla a nuoto. Una volta entrati nella Grotta le barchette galleggiano nel buio sull’acqua che prende i toni dell’azzurro così da apparire quasi trasparente. Ai tempi degli Antichi Romani era uno dei luoghi preferiti dall’imperatore Tiberio dove amava spesso immergersi. La Grotta era stata inoltre adornata con alcune statue che rappresentavano delle divinità del Mare come Nettuno e Tritone.  Questa settimana invece Fabio Gallo invece si trova nel Cilento per visitare le grotte di Pertosa Auletta. Sono ricche di stalattiti e stalagmiti di colori e dimensioni differenti. In parte sono percorribili in barca. Navigando infatti sul fiume sotterraneo si può raggiungere la cascata interna. I visitatori possono inoltre perlustrare, tra gli altri, la Sala del Paradiso e la Sala delle Spugne.