Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Marco Frittella, perché è assente da Unomattina: "Piccolo incidente di percorso, torna lunedì" spiega Monica Giandotti

  • a
  • a
  • a

Unomattina anche oggi, venerdì 29 ottobre 2021, senza Marco Frittella. Dallo scorso lunedì infatti il giornalista non è alla conduzione dello storico programma mattutino di Rai1 lasciando di fatto sola Monica Giandotti. E nessun altro volto del Tg1 lo ha sostituito. "Marco Frittella ha avuto un piccolo incidente di percorso, però sta bene, ci guarda da casa e lo aspettiamo presto in studio. Marco mi manchi: sbrigati a tornare" aveva così giustificato Giandotti l'assenza del collega, proprio nella puntata di lunedì.

 

 

Ma dopo questa lunga assenza - sui motivi della quale c'è stato il massimo riserbo da parte della Rai e dello stesso conduttore sui social - giovedì ancora Giandotti ha dato l'annuncio atteso: Frittella tornerà a condurre in studio lunedì 1 novembre 2021. "Lunedì mattina tornerà Marco Frittella, che saluto" ha detto Giandotti nel corso di Unomattina. I due conducono la trasmissione di Rai1 dal settembre 2020.  Già la scorsa stagione la conduzione di Unomattina aveva avuto qualche contrattempo: Monica Giandotti finì in quarantena mentre Marco Frittella era assente per altre ragioni. In quel caso fu Barbara Capponi a prendere momentaneamente le redini dello studio della trasmissione di Rai1.

 

 

Ma chi è Marco Frittella? Originario di Orte, in provincia di Viterbo, ma residente a Roma, 63 anni, entra giovanissimo in Rai: tra il 1979 e il 1982 è redattore di Agricoltura Domani, rubrica di Rai1, ed è sua la proposta di cambiare il titolo in Linea Verde. Inviato a Berlino durante il crollo del muro, si occupa anche della guerra civile in Libano. Nel 1993 ingresso al Tg1. Dal 2007 è anche docente all'Università Tor Vergata di Roma dove insegna giornalismo politico e radiotelevisivo nel corso di laurea magistrale in scienze dell’Informazione, della comunicazione e dell’editoria e nel master di II livello di comunicazione politico-istituzionale della facoltà di giurisprudenza. Numerosi i suoi corsi di anche presso la Scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia e presso quella di giornalismo dell'Università di Salerno. Indossa spesso cravatte rossoverdi essendo un dichiarato tifoso della Ternana. Molto riservato sulla sua vita privata. Ha perso il padre quando aveva 14 anni, ha tre figli.