Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alba Parietti, il padre partigiano e la relazione con il figlio di Fabrizio De Andrè

  • a
  • a
  • a

E' uno dei volti televisivi più noti in Italia ormai da molto tempo Alba Parietti, showgirl, cantante, conduttrice televisiva, opinionista ed ex attrice italiana nata a Torino il 2 luglio del 1961 e dunque sessantenne del segno zodiacale del Cancro. In pochi sanno che Alba è figlia di un partigiano: suo padre, il chimico Francesco Parietti, combattè nella resistenza piemontese nelle Langhe e il suo nome di battaglia  era Naviga. La mamma di Alba - che si chiama così proprio in onore della città piemontese liberata dall'occupazione fascista - è Grazia Dipietromaria, pittrice e scrittrice. 

 

Gli inizi della popolarità televisiva per la Parietti risalgono agli anni '90 con l'allora emittente Telemontecarlo, poi confluita in La7. Da lì, Alba ha avuto una lunga carriera che l'ha portata ad essere un volto di punta sia di Rai che di Mediaset per molti anni, un ruolo che tuttora svolge, ad esempio con la partecipazione a Tale e Quale show, il fortunato varietà di Rai 1 condotto da Carlo Conti. 

 

A livello di vita privata, Alba Parietti ha avuto molte relazioni profonde che l'hanno segnata. E' stata sposata con l'attore Franco Oppini nel 1981 e l'anno dopo è nato il figlio Francesco Maria Oppini. I due si sono separati nel 1990 e hanno divorziato sette anni dopo. Già dal 1991 Alba è stata legata al filosofo Stefano Bonaga, con cui ha vissuto a Bologna per qualche tempo. Si pensa che sia stata questa relazione a causare il divorzio di Alba. La relazione è finita nel 1996 a causa di un flirt con Christopher Lambert. Alba Parietti è inoltre stata legata dal 2014 al 2017 con il figlio di Fabrizio De Andrè, il cantante Cristiano. Ma quella che sembra essere la relazione più importante nella vita di Alba è stata con il principe palermitano Giuseppe Lanza di Scalea. Una relazione ripresa più volte e durata ininterrottamente dal 2001 al 2007. Recentemente l'uomo è morto a 74 anni e lei ha affidato ai social, a un anno dalla scomparsa, una commovente riflessione: "A Giuseppe, che un anno fa è andato via per restare nel cuore. Sei stato l’amore, il complice, l’amico migliore che io possa immaginare, che mai mi hai messo in discussione, in competizione, o a disagio. «Mi hai dato tutto quello che una donna, che un essere umano, ha bisogno di avere, e detto tutto quello che una persona ha bisogno di sapere tranne come fare senza di te e poi a camminare. Eri il mio punto di riferimento, eri un pilastro nella mia esistenza e tutto ti potevo raccontare".