Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Michela Marzano, l'anoressia e il tentativo di suicidio. Ora l'amore per Jacques: "Ha dato un senso alla mia vita"

  • a
  • a
  • a

Michela Marzano ospite di Oggi è un altro giorno nella puntata di mercoledì 6 ottobre 2021 - il salotto televisivo di Rai1 che vede Serena Bortone conduttrice - tra interviste e approfondimenti su temi d'attualità. Filosofa, saggista e politica, Marzano (51 anni) ha studiato all'Università di Pisa e alla Scuola normale superiore. Dopo aver conseguito il perfezionamento in filosofia alla Scuola Normale Superiore di Pisa ed in Bioetica alla Università degli Studi di Roma "La Sapienza" è diventata docente all'Università di Parigi V: René Descartes, dove insegna tuttora.

 

 

Marzano ha diretto il Dipartimento di scienze sociali della Sorbona, prima di diventare deputata per il Partito Democratico. Autrice di numerosi saggi e articoli di filosofia morale e politica, ha curato il Dictionnaire du corps (PUF, 2007). Si occupa di filosofia morale e politica e, in particolar modo, del posto che occupa al giorno d'oggi l'essere umano, in quanto essere carnale. L'analisi della fragilità della condizione umana rappresenta il punto di partenza delle sue ricerche e delle sue riflessioni filosofiche. Nel 2014 ha vinto il premio letterario Bancarella con il volume L'amore è tutto. È tutto ciò che so dell'amore edito da UTET. Eletta nel 2013 alla Camera dei deputati con il Pd, in dissenso con il proprio gruppo non vota l'Italicum nel 2015 e nel 2016 abbandona il Pd in polemica sulla legge sulle unioni civili passata senza la possibilità di adozione del figlio del partner di coppie omosessuali. Successivamente passò al Gruppo misto "Partito Socialista Italiano (PSI)-Liberali per l'Italia (PLI)-Indipendenti" e poi non si è ricandidata. Di poche ora fa la polemica con Rampelli, capogruppo di Fratelli d'Italia, ospita a La7 di DiMartedì: "Mi puoi anche guardare visto che sto parlando". E ancora: "Il saluto fascista un vezzo? No, una cosa gravissima".

 

 

Marzano è sposata Jacques De Saint Victor, critico letterario. Prima di incontrare l’attuale compagno, la studiosa italiana ha sofferto molto in amore, anche se “fin da piccola ho sentito che tutto in me tendeva al rapporto con un uomo”, ha raccontato a IoDonna. La prima grande delusione arriva con un ragazzo conosciuto all’Università, la Normale di Pisa: “Nel ’97 ormai ero prigioniera dell’anoressia. Lui come tutti quelli di cui m’innamoravo era intelligente e un po’ arrogante, una colonna su cui poggiare”. Attraverso la psicologa, Michela scopre che lui la vuole lasciare e quando la lascia, tenta il suicidio: “Lui è stato al centro della mia mente per molto tempo. Mi sono sposata e pensavo a lui, ho divorziato e pensavo a lui”. Poi si sposa, con un uomo che la porta a Parigi: “Lui, di nuovo, sembrava brillante e indisponente. Oggi so che era più matto di me: gelosissimo e quando beveva anche violento…”, ha confessato a IoDonna. Ora c'è Jacques: "Ha dato un senso alla mia vita".