Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sara Simeoni, l'amore per Erminio e il figlio Roberto: una famiglia all'insegna del salto in alto

  • a
  • a
  • a

Sara Simeoni è stata una delle più grandi atlete italiane della storia dello sport. Tre medaglie ai Giochi Olimpici nel salto in alto, in tre edizioni diverse, e tanti record in anni in cui era davvero difficile primeggiare. Un'autentica icona che, nell'estate appena trascorsa, ha dimostrato anche di bucare il video. La sua ospitata a Il Circolo degli Anelli, la trasmissione che su Rai2 ha tenuto compagnia agli appassionati dell'Olimpiade di Tokyo, si è rivelata azzeccatissima tanto da diventare presenza fissa, mai banale nelle disamine ma soprattutto molto divertente con tempi da vera showgirl. Recentemente è stata ospite anche Da noi… a ruota libera in cui ha spiegato che “in tutti questi anni sono sparita non per scelta, mi hanno oscurato" e di aver fatto promozione tra i giovani dell'atletica leggera. Nella trasmissione della Fialdini su una presenza al Festival di Sanremo 2022 si è lasciata andare a un criptico "chi lo sa". Di sicuro oggi sarà ospite di Quelli che il lunedì su Rai2.

 

 

Un'estate da diva della tv quella appena trascorsa della Simeoni. Dai siparietti con Jury Chechi, dove i due si cimentano in acrobatiche capriole in diretta, ai balletti con la Di Francisca, fino all’ultima puntata in cui Sara si è presentata con vestito e acconciature da tradizione nipponica. Il successo della ex saltatrice sui social è stato assoluto, tanto che da Facebook a Twitter sono pure comparsi vari gruppi di fan – come “I bambini di Sara Simeoni“ – che hanno dimostrato come il lato ironico e giocoso (che nessuno conosceva) del mito della nostra atletica piace, e molto. "Non me lo aspettavo. Non avevo la minima idea di che cosa potesse venire fuori dalla mia presenza. È stato tutto così strano e per certi versi casuale" ha detto in una recente intervista. 

 

 

Simeoni, 68 anni, originaria di Rivoli Veronese, ha praticato il salto in alto ed è stata 14 volte campionesse italiana. Ha detenuto il primato italiano (2,01) per 36 anni, misura che gli è valsa anche il primato mondiale. Ai Giochi olimpici ha vinto l'argento a Montreal 1976, l'oro a Mosca 1980 e l'argento a Los Angeles 1984. Ha trionfato anche all'Europeo (1978). Attualmente dirigente Fidal in Veneto, insegna Scienze motorie all'università di Chieti, vive a Verona e dal 1987 è sposata con Erminio Azzero ex altista e istruttore di atletica leggera che allenò proprio Sara ("se non mi alleni tu, smetto" gli disse per convincerlo). La coppia ha un figlio, Roberto nato nel 1990 anche lui ex altista (è stato campione italiano juniores di salto in alto).