Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Barbara Palombelli, le molestie subite e mai denunciate: "Per paura di essere esclusa dal lavoro"

  • a
  • a
  • a

Barbara Palombelli è una giornalista e conduttrice televisiva. Nata il 19 ottobre 1953 a Roma, la Palombelli è  laureata in Antropologia culturale. La sua carriera come giornalista è iniziata in Rai e precisamente a Radio2. Negli anni Ottanta è stata giornalista parlamentare per il settimanale L’Europeo e sempre in quel periodo ha collaborato anche con Il Giornale di Indro Montanelli

 

 

Per quanto riguarda la sua carriera televisiva il primo ruolo importante è la conduzione di Italiani con Andrea Barbato nell’edizione 1992-1993. Dopo diversi anni di collaborazione con Radio2 in svariati programmi di informazione e approfondimento nel 2003 ha condotto insieme a Giuliano Ferrara Otto e Mezzo su La7. Dal 2006 al 2013 ha collaborato invece con vari programmi Mediaset come Tg5, Matrix, Mattino Cinque. Dal settembre 2013 conduce Forum, storico programma Mediaset. Per quanto riguarda la vita privata, ha dichiarato in passato di aver subito delle molestie: la Palombelli ha però rivelato di non aver denunciato per timore di diventare vittima due volte e subire anche l’onta di essere esclusa dall’ambiente di lavoro. E proprio in quell’ambiente la giornalista ha raccontato di aver più volte incontrato chi l’aveva molestata: “Migliaia di volte e fanno assolutamente finta di niente”, le sue parole.

 

 

Nella vita sentimentale, Barbara Palombelli è la moglie di Francesco Rutelli. La coppia si è sposata nel 1982 con rito civile e, tre anni più tardi, ha rinnovato la promessa anche in chiesa. La coppia ha quattro figli e un nipotino. Dei quattro, Giorgio Rutelli, il più grande, è l’unico figlio naturale della coppia, mentre gli altri tre, Serena, Francisco e Monica, sono figli adottivi. Serena Rutelli, nel 2019, è stata una concorrente del Grande Fratello. Barbara Palombelli è tra gli ospiti di Verissimo, nella puntata in onda sabato 2 ottobre su Canale5 condotta da Silvia Toffanin.