Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

J-ax, il figlio con la moglie Elaina e la riscoperta della fede dopo aver contratto il Covid

  • a
  • a
  • a

C'è poco da discutere, Alessandro Aleotti - in arte J-Ax - ha fatto la storia dell'hip hop italiano, e anche se da anni si è ormai consumata una decisa virata verso il pop, rimane uno di quei giganti della produzione contemporanea con cui non è possibile non misurarsi per le "matricole" che si affacciano al panorama musicale. Nato a Milano il 5 agosto 1972, l'ormai quasi 50enne rapper, cantautore e produttore discografico italiano ha "svoltato" nei primi anni '90 con la fondazione del leggendario duo hip hop degli "Articolo 31" insieme al socio DJ Jad. Per gli appassionati di beat e rime, quella degli Articolo 31 fu una vera e propria rivoluzione stilistica del nascente genere musicale tricolore, un bagaglio che J-Ax si è portato con sé anche dopo aver intrapreso una felice carriera da solista, a partire dal 2006. E che ha attraversato gli anni fino ad arrivare all'ultimo album, "SurreAle", un grande successo per l'artista, che proprio stasera canterà il singolo "Sono un fan" a Tu sì que vales. E probabilmente l'arte è nel sangue della famiglia, visto che J-Ax è anche fratello maggiore di Grido, ex-componente di un altro storico gruppo, i Gemelli DiVersi

 

 

Certo ci sono stati anche momenti difficili nella vita dell'artista. Forse il più recente è stato quando ha contratto il Covid lo scorso aprile. In una forma abbastasnza fastidiosa. Raccontandosi al Corriere della Sera, J-Ax ha detto: "Ero terrorizzato. Avevo mal di ossa mal di stomaco, era qualcosa di esageratamente più forte rispetto a come siamo abituati: la sensazione è che il tuo sistema immunitario stia fronteggiando qaalcosa a cui non era abituato". Il periodo di malattia è stato anche l'occasione per riallacciare un rapporto con Dio: "Ero un cristiano come lo sono molti in Italia, non praticante" nonostante "un'educazione cattolica piuttosto rigida, ho fatto tutti i sacramenti, mi sono sposato in chiesa". Ma qualcosa è cambiato, ha detto J-Ax al quotidiano milanese: "Anche il più ateo, quando vede la morte da vicino, si appella a qualcosa di superiore" e così si è ritrovato a pregare: "E' come un imprinting, ti scopri a recitare quelle preghiere che ti avevano insegnato da bambino". 

 

Per quanto riguarda la sua vita privata, J-Ax è dal 2007  felicemente sposato con la moglie Elaina Cooker, fotografa ed ex modella americana nata a Miami nel 1977. I due sono estremamente discreti riguardo la propria vita privata, ma sappiamo che nel 2017 hanno coronato il sogno di diventare genitori: dalla loro relazione è infatti arrivato il figlio Nicolas