Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grande Fratello Vip 6, il racconto di Manuel Bortuzzo: "Io salvo per 12 millimetri". Sconvolti gli altri concorrenti | Video

  • a
  • a
  • a

Prime dinamiche nella casa del Grande Fratello Vip 6, con i concorrenti che iniziano a raccontarsi a cuore aperto. E così Manuel Bortuzzo ha rivelato agli altri le dinamiche dell’incidente che lo ha costretto su una sedia a rotelle. "Sono salvo per 12 millimetri", ha affermato il nuotatore, che quella sera era uscito con gli amici e la fidanzata di allora per trascorrere una serata in compagnia.

 

 

Una rissa in un locale si è trasformata in una sparatoria, durante la quale Manuel viene accidentalmente colpito. “La prima persona che hanno beccato ero io che stavo comprando le sigarette, ero la prima persona che potevano vedere”, hanno detto.

 

Il racconto di Manuel Bortuzzo

 

I coinquilini restano a bocca aperta ascoltando il ragazzo, che poi ha raccontato i pochi istanti successivi allo sparo di cui ha memoria, “Mi chiedevo se fosse successo davvero, queste cose le vedi nei film”, ha spiegato. All’epoca Manuel era fidanzato da pochi mesi e ha detto ai suoi compagni che il suo ultimo pensiero prima di perdere conoscenza, quando pensava di non poter sopravvivere, è stato dire “Ti amo” alla sua ragazza. “Prima di morire ho pensato: deve sapere che la amo”, le sue parole. Manuel ha quindi confidato di aver perso molto sangue e di aver subito diverse operazioni, grazie alle quali oggi sta bene.

 

 

"Hai una grande forza, mica tutti riescono a reagire”, ha commentato Carmen Russo. La difficoltà maggiore per Manuel in seguito all’incidente è stata abituarsi alla sua nuova condizione fisica. L’incidente ha infatti messo a rischio la sua carriera da nuotatore agonistico. Racconta di essere ritornato in acqua sin da subito, un mese dopo l’incidente, ma che le difficoltà date dalla sua condizione fisica lo hanno portato a fermarsi per un anno e mezzo. "E' giusto che la gente capisca che non tutto è immediato, uno deve metabolizzare e deve avere i suoi tempi per fare le cose. Più gli altri ti dicono che devi fare le cose più non le fai. La storia era bella, sarei potuto andare adesso a Tokyo, vincere le Paralimpiadi. Non lo volevo fare. Adesso, da solo, sono tornato in acqua e probabilmente farò Parigi 2024”, ha rivelato.