Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Robin Cavendish, dalla poliomelite alla sedia a rotelle rivoluzionaria: il figlio Jonathan e la moglie Diana

  • a
  • a
  • a

Una storia meravigliosa, che racconta la voglia di vivere di un uomo che di fatto è stato un autentico pioniere dei diritti dei disabili. Si tratta di Robin Francis Cavendish, morto l’8 agosto del 1994, uno dei più longevi responaut (persone tenute in vita da un respiratore artificiale) della Gran Bretagna. Nato a Middleton, Robin fu colpito dalla poliomielite a 28 anni.

 

 

Benché inizialmente gli avessero dato solo 3 mesi di vita, Cavendish, paralizzato dal collo in giù, visse addirittura altri 36 anni divenne un infaticabile attivista dei diritti dei disabili contribuendo anche personalmente alla progettazione di numerosi dispositivi in grado di favorire l’autonomia dei pazienti colpiti da paralisi.

 

 

Alla sua vita è stato dedicato il film Ogni tuo respiro, del regista Andy Serkis in programmazione su Rai3 giovedì 2 agosto a partire dalle 21,20 circa. Ogni tuo respiro parla appunto della vita di Robin Cavendish, interpretato da Andrew Garfield. Un uomo spigliato, ironico e avventuroso, rimasto paralizzato dal collo in giù all’età di 28 anni.

 

 

A voler portare sul grande schermo questa storia di coraggio e amore è stato Jonathan Cavendish, figlio di Robin. Completamente dipendente da un respiratore che pompa aria nei suoi polmoni, il suo destino è di trascorrere il resto della sua esistenza confinato in un letto di ospedale. Robin invece si rifiuta di accettare questa sorte e, grazie al sostegno della moglie Diana e dei loro inventivi e premurosi amici, trova un modo per tornare a vivere nel mondo, fuori da un centro di degenza.

 

 

Con l’aiuto dell’anticonformista Professore di Oxford Teddy Hall, ha quindi progettato e realizzato una rivoluzionaria sedia a rotelle con annesso un respiratore artificiale. Robin è così diventato un famoso attivista dei diritti dei disabili dedicando la sua vita alla lotta per il miglioramento della qualità di vita di altre persone paralizzate. Un esempio che il figlio Jonathan ha voluto riprendere con un film.