Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fedez contro Salmo per la folla senza mascherine al concerto, la replica: "Non definirti artista"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Salmo e Fedez ai ferri corti. I due rapper hanno dato vita a una polemica social (ovviamente) tra scambi di accuse durissimi. Tutto è partito da Salmo, che qualche giorno fa aveva detto che si sarebbe fatto arrestare pur di suonare. E che, se avesse voluto rispettare le regole, non avrebbe fatto l’artista. Il rapper sardo Salmo ha quindi mantenuto la parola: dopo l’invito ai fans lanciato su Instagram, ha cantato e suonato gratuitamente al molo Brin di Olbia, per lanciare una raccolta fondi a sostegno di allevatori e agricoltori danneggiati dagli incendi, a cui ha promesso di donare migliaia di alberi di ulivo.

 

 

Le immagini però parlano chiaro: nessun distanziamento, pochissime mascherine, giovanissimi accalcati a ballare e cantare senza protezione alcuna. Quando hanno iniziato a girare foto e video, il concerto improvvisato è diventato un caso nazionale, e ha suscitato commenti negativi e indignazione anche da parte dei colleghi artisti. "Sfruttare la nostra condizione di privilegio, aggirare le regole per soddisfare capricci personali. Questo non aiuta nessuno", ha scritto Fedez su Instagram, in questi giorni in vacanza in Sardegna.

 

 

Critiche anche dal rapper Gemitaiz e da Alessandra Amoroso che sul suo profilo Instagram ha pubblicato la foto del pubblico dall’alto del lungomare: "Nel rispetto di tante persone credo sia opportuna una tua spiegazione. Grazie", ha scritto la cantante pugliese. La replica di Salmo non si è fatta attendere: "Non c’è stata nessuna raccolta fondi, ho messo i soldi di tasca mia per aiutare la Sardegna. Ad agosto il centro di Olbia è sempre affollato esattamente come le spiagge. Gli assembramenti creati dalla finale degli europei andavano bene, il mio concerto gratuito no. Ora avete una persona con cui prendervela. Non definitevi artisti se poi non avete le p***e di infrangere le regole", il pensiero del rapper sardo.