Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Linea Verde, sabato 31 luglio, viaggio alla scoperta delle Dolomiti e dell'Umbria

  • a
  • a
  • a

Continua anche in estate il viaggio di Linea Verde il programma di Rai1 che racconta la bellezza italiana attraverso la scoperta dei suoi mille territori. E per il sabato l'appuntamento è doppio: il sabato in onda alle 12 "Linea Verde Tour" con Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone seguito alle 12.30 da "Linea Verde Radici" con Federico Quaranta. 

 

 

La Val Gardena e l'Alta Badia, due valli adiacenti separate dal Passo Gardena, nel cuore delle Dolomiti: sono le mete altoatesine del viaggio di Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone in "Linea Verde Tour", in onda sabato 31 luglio alle 12 su Rai1. In primo piano, gli itinerari in alta montagna, tra sentieri e rifugi, il turismo sostenibile, la cucina e l'artigianato tradizionale, con la partecipazione di alcune celebrità del luogo. Come lo chef stellato Norbert Niederkofler, la campionessa olimpionica di sci Isolde Kostner e la campionessa Maria Canins, che è passata dallo sci di fondo al ciclismo, ottenendo coppe e medaglie.

 

 

Mentre un cammino alla ricerca di una biodiversità perduta, recuperata e riportata in vita: quella dell'Umbria. Una regione percorsa da Federico Quaranta in "Linea Verde Radici", in onda sabato 31 luglio alle 12.30 su Rai1. Il viaggio inizia ad Amelia, il più antico dei borghi, fino a Castelluccio di Norcia, reso unico dalle lenticchie in fiore. Specie e prodotti che rischiavano di sparire per sempre che invece sono tornati a popolare campagne e pascoli, restituendo all'Umbria la sua identità più autentica. Come il sedano nero di Trevi, la Melangola di Ferentillo, la Capra Facciuta, il Farro di San Leone. I ricercatori di Todi e Perugia, con l'ausilio della tecnologia, hanno lavorato al recupero di questi prodotti e i contadini di tutte le valli sono diventati custodi di un patrimonio che va preservato e condiviso. Federico Quaranta, inoltre, incontra i "custodi" della natura di questa regione: guide del territorio, agricoltori, pastori, eremiti e camminatori, tutti in sincrono per cercare la migliore armonia possibile.