Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gianni Nazzaro morto, dai quattro figli alla rivalità con Massimo Ranieri: il retroscena su Perdere l'amore

  • a
  • a
  • a

Gianni Nazzaro è stato senza dubbio uno dei cantanti più amati dal pubblico, il cui successo ha raggiunto il culmine soprattutto negli anni Settanta. Per quanto riguarda la vita privata, il cantante morto martedì 27 luglio 2021 è stato legato a Nada Ovcina, che gli ha dato due figli: Giovanni Junior, nato nel 1973, e Giorgia, nata nel 1976. Dopo la separazione, si è legato a Catherine Frank (vero nome Pleite Armonia Del Carmen), una ex indossatrice francese, che gli ha dato due figli: Davide e Mattia.

 

 

Nel 2016 ha riallacciato i rapporti con la Ovcina dopo un grave incidente stradale che li ha visti coinvolti in Francia: il cantante ha perso un rene e ha rischiato di rimanere paralizzato. Nada, oltre ad essere stata la sua compagna, gli ha fatto anche da manager, agente e ufficio stampa. Relativamente ad alcune curiosità sul suo conto, nel 1987 ha tentato di partecipare al Festival di Sanremo ma il brano da lui proposto, Perdere l’amore, viene scartato alle selezioni. Ironia della sorte, lo stesso brano viene ripresentato l’anno successivo da Massimo Ranieri (di cui Nazzaro si è sempre considerato un rivale, a causa delle stesse origini, umili e napoletane, dello stesso genere di canzoni e della stessa casa discografica per buona parte della carriera); e questa volta non solo viene selezionato, ma addirittura vincerà la manifestazione.

 

 

Nazzaro polemizzerà a lungo con gli organizzatori per la sua esclusione. Per lui anche la carriera di attore: nel 1998 ha ricoperto il ruolo del padre di Sara De Vito (Serena Autieri) nella soap opera Un posto al sole, tornando nel cast principale nel 2009. Nel 2014 ha partecipato al programma Tale e quale show, condotto da Carlo Conti su Rai1, vincendo una puntata interpretando proprio Perdere l’amore. Una canzone che di fatto ha costituito una sliding door della sua carriera.