Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv, 20 luglio, su Rai3 De André e Pfm - Il concerto ritrovato

  • a
  • a
  • a

Una fantastica scoperta, anzi riscoperta, che si è trasformata in un film. Anzi in un documentario musicale. Lo propone stasera in tv, martedì 20 luglio 2021, Rai3 che manda così in onda Fabrizio De André e Pfm - Il concerto ritrovato, un appuntamento assolutamente unico.

 

 

Il “concerto ritrovato” è il titolo che Walter Veltroni ha dato a questo documento incredibile. E non poteva trovarne uno migliore. Perché racconta di un evento rimasto nella mente di molti, ma il cui filmato sembrava perso per sempre. Invece, era solo finito in fondo a un cassetto. Si tratta della registrazione del concerto che il cantautore ha tenuto a Genova, la sua città, insieme ai musicisti della Premiata Forneria Marconi (PFM) il 3 gennaio 1979 presso il padiglione C della Fiera di Genova. Un documento straordinario. Che solo ora può essere visto nella sua interezza. Considerando che si tratta delle uniche immagini di quella tournée rimasta nella storia della musica italiana.

 

 

È il 17 ottobre 2019 quando la Sony Music Italy annuncia il ritrovamento di tutte le registrazioni di quel concerto.I filmati erano stati realizzati e custoditi dal regista genovese Piero Frattari, che era stato mandato a riprendere quella serata.  "All’epoca facevo il video maker per radio e tv. Era il gennaio del 1979. Gli organizzatori mi proposero di registrare il concerto di Faber/ PFM. Non esitai un istante", ha raccontato il regista. "Poi, le videocassette di quella registrazione finirono in fondo ad un archivio, che qualche anno dopo, decisero di mandare al macero. Solo per caso riuscii a recuperarle e a catalogarle tutte nell’archivio della mia società". Questo materiale in mano a Veltroni è diventato un docufilm con interviste ai componenti della Pfm, a Dori Ghezzi compagnia e anima gemella di De André e al cantautore David Riondino, che in quel periodo apriva i concerti della tournée. La pellicola rievoca l’atmosfera di quel giorno, le emozioni provate, il dietro le quinte e la magia di un’esperienza mai più replicata. Tornando in alcuni luoghi simbolo. Come Genova, Corsico, Alba e sul mitico trenino della ferrovia storica di Genova-Casella.