Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Malgioglio così combatte ogni forma di discriminazione, delirio in rete per “Tutti me miran”

Francesco Fredella
  • a
  • a
  • a

Malgioglio torna. E non ne sbaglia una. Il suo nuovo brano, che s'intitola “Tutti me miran”, è un vero tormentone. Ritmo latino, videoclio strepitoso: ha tutto il sapore del vero successo dell’estate 2021. Il video è ispirato al mondo di Pedro Almodóvar e tra i protagonisti c’è un super sexy Michael Terlizzi: bello, muscoloso più che mai. “Così combatto ogni forma di discriminazione”, dice Malgooglio che è sempre stato dalla parte dei più deboli nella sua lunga carriera. Anche stavolta lancia una sfida: parole, musiche ed emozioni. Malgioglio, al suo quinto successo stagionale, è pronto a far parlare di sé perché questo brano con il suo videoclip può arrivare davvero ovunque. Sicuramente oltreoceano. 

 

La canzone, che ha un ritmo travolgente, sarà in rotazione in radio tra pochissime ore. E per Malgy, che domenica prossima sarà dalla Venier, è un momento d'oro. Proprio oggi è stato intervistato da Tv sorrisi e canzone dove ha rivelato: "Ho impiegato una vita a diventare Malgioglio". Ed è verissimo: prima la gavetta nella sua amata Sicilia, poi l'impiego, da giovanissimo, in un ufficio postale dove smistava lettere e la passione per la musica oltre alla scrittura. Le prime canzoni per Mina, le amicizie con i big europei e dell'America Latina. Ma anche l'arrivo in televisione nel salotto di Costanzo, dalla d'Urso, Chiambretti e Venier. I reality, due per l'esattezza, scrivono una sua nuova stagione insieme ai social. Dove va fortissimo con oltre 1 milione di followers. Il resto è storia di questi ultimi anni con un successo musicale dietro l'altro.

 

 

Il conto alla rovescia è già iniziato: manca poco, pochissimo, al nuovo brano. Una vera bomba. Da Mara Venier, Cristiano presenta in pompa magna il suo ultimo lavoro musicale sorprendendo tutti. Persino la conduttrice.  "In questa canzone, c'è tutta la mia vita, quando da ragazzo mi vestivo da donna. Però i miei genitori mi hanno lasciato sempre fare. Com'è nata Ancora? Era finita la mia storia d'amore. Dovevo scrivere una canzone per Mina, non sapevo cosa scrivere. Squilla il telefono e sento la voce del mio che mi chiede 'Mi ami ancora? Ma ancora, ancora...'. Non lo sentivo da sei mesi, ho buttato giù il telefono e ho scritto Ancora", racconta.