Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giammarco Sicuro, dalla laurea in Scienze politiche al documentario su Cuba

  • a
  • a
  • a

Giammarco Sicuro è un giornalista italiano, tra quelli più importanti della Rai. Nato il 25 gennaio 1983, sotto il segno dell’Acquario, a Montevarchi, in provincia di Arezzo. Si è laureato in Scienze Politiche all’Università degli studi di Firenze, dopodiché ha frequentato la scuola di giornalismo di Urbino. Dopo alcuni mesi a Sky Italia (redazione di Roma), nel 2008 è passato in Rai e qui ha letteralmente spiccato il volo. In 12 anni di servizio ha seguito nei panni di reporter molti tra i più importanti fatti di cronaca italiana e internazionale. 

 

 

Sicuro da inviato della Rai è stato quindi promosso alla guida di Unomattina estate, nella stagione 2021, insieme a Barbara Capponi. Il programma partirà lunedì 28 giugno su Rai1 a partire dalle 6,45. Tra i vari servizi di cui si è occupato nel corso degli anni, sono noti il terremoto di Amatrice, i gilet gialli a Parigi, gli attentati dell’Isis a Berlino e Londra, il naufragio della Costa Concordia, l’alluvione di Genova e il tentato golpe in Venezuela.

 

 

E, ancora, ha raccontato in presa diretta i principali arresti di mafia dell’epoca recente, la situazione Coronavirus in Spagna e la crisi fra le due Coree. Insomma, tanti servizi in vari campi. Ha ricoperto il ruolo di inviato anche per La vita in diretta di Alberto Matano. Per quanto riguarda la vita privata, pare comunque non sia fidanzato. Tra le curiosità sul suo conto, insieme a Paolo Cellamare e Jacopo Cecconi ha diretto il documentario Wishes on a Falling Star (2010). Il film ritrae elementi della vita a Cuba, legati a contrabbando, prostituzione e truffe, registrati impiegando una camera nascosta. Si è laureato con una tesi sulla storia degli immigrati italiani nel pieno della corsa all’oro degli Stati Uniti d’America. Appuntamento quindi con Giammarco Sicuro su Rai1, lunedì 28 giugno, dalle 6,45 con Unomattina Estate.