Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Little Tony, la corte serrata a Giuliana Brugnoli: il primo incontro sulla spiaggia di Ostia

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Little Tony, all'anagrafe Antonio Ciacci, è stato uno dei cantanti più famosi in Italia, simbolo del rock nostrano. Nato a Tivoli sotto il segno dell'Acquario, il 9 febbraio 1941, è morto a Roma nel 2013. Tutti appunto lo conoscevano come l’Elvis Presley italiano, complice la sua immagine e la sua inclinazione per lo stile proprio del divo americano. Cantante ma anche attore, cittadino di San Marino figlio di genitori originari di Chiesanuova, vanta canzoni intramontabili nella sua discografia come Cuore matto, Riderà, La spada nel cuore e 24mila baci, cantata in coppia con Celentano.

 

 

La figlia Cristiana Ciacci ha raccontato tempo fa come i genitori si sono conosciuti: “Mamma stava prendendo il sole a Ostia e lui l’ha avvicinata. Non voleva saperne niente nonostante fosse famoso. Una corte serrata a cui ha resistito per 6 mesi, poi sono stati insieme per 12 anni”, ha rivelato. Lui cantante, lei hostess di lungo raggio, si sono rincorsi a lungo, amati ma anche traditi. Il matrimonio fu celebrato a San Marino nel 1972 perché la madre voleva fortemente una figlia e così è stato. “Secondo lei una volta nata io avevano raggiunto l’apice della relazione e tutto quello che veniva dopo sarebbe stato meno”, ha sottolineato ancora Cristiana. Dopo la morte di Giuliana Brugnoli avvenuta nel 1993, proprio Little Tony in una intervista di alcuni anni fa tornò a parlare di lei: “Mia moglie, che adesso non c’è più, mi voleva lasciare perché non stavo un momento a casa fra Sanremo, Cantagiro, Venezia e il cinema. Dal ’66 al ’70 ho fatto 15 film”, aveva affermato il cantante.

 

 

Tra le curiosità sul suo conto, l'unica volta che ha avuto l'occasione di incontrare dal vivo il suo idolo Elvis Presley, non lo ha fatto per uscire con una ragazza conosciuta quella sera: un episodio che si è rivelato un grande rimpianto. Tony si tingeva poi i capelli e aveva la fobia di essere chiamato “nonno” dai suoi nipoti. Di lui si parlerà a Domenica In, nella puntata di domenica 6 giugno.