Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Piazzapulita, la Loggia dei segreti: il Buscetta del terzo millennio

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, 27 maggio, come tutti i giovedì nuovo appuntamento con Piazzapulita, il programma condotto su La7 da Corrado Formigli che mette al centro dell'attenzione l'attualità e i principali problemi che il Paese sta vivendo. Stasera nel corso della trasmissione di L7 attesa intervista a Piero Amara, considerato l'avvocato dei misteri che "denuncia l'esistenza di una loggia segreta". La Loggia dei segreti è ormai da giorni al centro dell'attenzione e che Amara si presti ad essere intervistato davanti alle telecamere di uno dei principali programmi di attualità, accende ulteriormente l'interesse.

Il legale è considerato l'ideatore del "Sistema Siracusa". Il procuratore generale di Messina, Felice Lima, l'ha definita una delle "più gravi, estese e spudorate corruzioni sistemiche mai realizzate". Viene considerato ormai il Buscetta del terzo millennio, protagonista di dichiarazioni in varie Procure d'Italia che stanno facendo agitare politici e magistrati che hanno avuto rapporti con lui negli ultimi anni. Amara fu arrestato agli inizi del 2018 in una operazione delle procure di Roma e Messina per associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale e alla corruzione in atti giudiziari. Un team di professionisti cercava di pilotare i processi ma aggiustare anche le sentenze del Consiglio di Stato. Stasera è disposto a parlare durante Piazzapulita: grande attesa per le sue dichiarazioni.

Ovviamente come al solito il programma di La7 si occuperà anche di altro. Al centro dell'attenzione non mancherà l'emergenza Covid, facendo il punto della situazione sia sulla diffusione del virus che sull'andamento della campagna vaccinale che in questa fase appare molto più accelerata e che probabilmente lo sarà ancora di più nelle prossime settimane. Ma come sempre nel corso del programma si farà il punto anche sulla situazione politica e sulle polemiche che la caratterizzano. Non mancheranno ospiti di livello e preparati, spesso fiore all'occhiello dei dibattiti gestiti da Corrado Formigli subito dopo la fine di Otto e mezzo di Lilli Gruber.