Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Antonio e Stefano Maiorana, il giallo della scomparsa di padre e figlio

  • a
  • a
  • a

La scomparsa di Antonio e Stefano Maiorana resta un mistero. Nonostante siano trascorsi quasi 14 anni, l'imprenditore e suo figlio non sono stati mai trovati e da tempo vengono considerati uccisi. Il giudice delle indagini preliminari del tribunale di Palermo ha archiviato l'inchiesta nei confronti di Giuseppe Di Maggio, mafioso, e di Francesco Paolo Alamia. Sono stati indagati a lungo. Alamia un anno e mezzo fa è deceduto, mentre nei confronti di Di Maggio sono mancati elementi per giustificare approfondimenti. Rossella Accardo non si è mai arresa. Moglie di Antonio e mamma di Stefano, si è opposta alla richiesta di archiviazione che è stata presentata dal pm Dario Scaletta

Resta il mistero. Che fine hanno fatto padre e figlio nel 2007? Eppure nel 2018 le indagini sembravano essere arrivate ad una svolta. L'accusa pareva aver individuato almeno il movente dell'omicidio: la reazione per un presunto ricatto a sfondo sessuale che Antonio Maiorana aveva organizzato nei confronti di Alamia. L'ipotesi era che l'uomo avrebbe ricattato il costruttore e lo avrebbe fatto con un video mentre aveva un rapporto sessuale con una minorenne. Secondo l'accusa lo scopo era costringere Alamia a cedere le quote delle società che avevano realizzato immobili all'Isola delle Femmine

Gli inquirenti scoprirono che le quote delle società sarebbero passate all'ex compagna di Maiorana, l'argentina Karina Andrè. Alcuni testimoni raccontarono di discussioni molto animate nel cantiere e addirittura di minacce nei confronti di Alamia: "Finirai sui giornali". Proprio nel cantiere dell'Isola furono visti per l'ultima volta padre e figlio, mentre la loro auto venne ritrovata nel parcheggio dell'aeroporto di Punta Raisi. Ma i corpi dei due non sono stati mai rinvenuti e le indagini hanno perso la strada del duplice omicidio. Ormai la vicenda sembra essere destinata a chiudersi senza alcuna verità. Stasera, martedì 11 maggio, se ne occuperanno anche Le Iene su Italia 1.