Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pierpaolo Spollon, dal padre commissario alla madre nell'esercito: in casa niente PlayStation

  • a
  • a
  • a

Pierpaolo Spollon è un giovane attore italiano nato a Padova, classe 1989. Il pubblico lo ha saputo apprezzare in tante fiction Rai come La porta rossa, L'Allieva, Che Dio ci aiuti e soprattutto Doc nelle tue mani, accanto a Luca Argentero e Matilde Gioli. Suo padre è un commissario, mentre sua madre lavora nell’esercito. In casa c’è un’educazione molto rigida, tuttavia Spollon ha sempre preferito viaggiare con la fantasia, giocando con i Lego, con le costruzioni e disegnando. In casa sua, infatti, non ci sono mai stati giochi tecnologici come la Playstation.

 

 

Da adolescente sua madre lo ha indirizzato verso il liceo scientifico. Pierpaolo non è stato un asso a scuola, ed il suo percorso scolastico è andato avanti tra alti e bassi, infatti viene bocciato più volte prima di capire che la sua strada è la recitazione. Nel 2008, mentre frequenta ancora il liceo, infatti, ha preso parte ad un provino (per il film La giusta distanza del maestro Mazzacurati) al quale sono ammessi solo i ragazzi di seconda e di terza. Lui, per via delle sue bocciature, è ancora in terza ed ha quindi la fortuna di partecipare. Il provino per Pierpaolo va malissimo, tuttavia il regista Alex Infascelli lo ha notato e lo ha introdotto nel mondo dello spettacolo.

 

 

Per seguire il suo sogno di diventare attore, Pierpaolo si è quindi trasferito a Roma, dove ha la possibilità di studiare con Gisella Burinato e Beatrice Bracco; successivamente, è entrato a far parte del Centro Sperimentale. Recentemente ha parlato così dei progetti Rai e delle fiction: "Bisogna smetterla di dire che la Rai è vecchia, specie quando ti capita di imbatterti in serie come Il cacciatore, La mafia uccide solo d’estate e, naturalmente Doc, che è stato anche comprato negli Usa - ha spiegato -. Chi continua a crederlo non è evidentemente al passo coi tempi". Pierpaolo Spollon è ospite martedì 11 maggio a Oggi è un altro giorno, su Rai1.