Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ddl e omotransfobia, Luxuria contro la Gardini a Domenica Live: applausi in studio | Video

  • a
  • a
  • a

Vladimir Luxuria senza freni a Domenica Live, il talk show di Canale5 condotto da Barbara D'Urso. Al centro della puntata di domenica 9 maggio il Ddl Zan e l'omotransfobia, con Luxuria che si è lasciato andare a uno sfogo contro Elisabetta Gardini, contraria alla proposta di legge: "Non capisco perché ci sia l'aggravante se una persona ne picchia un'altra per il colore della sua pelle o la religione e non ci sia l'aggravante se la stessa cosa viene commessa ai danni di una persona per i gusti o l'identità sessuale".

 

 

Applausi e ovazioni in studio, con Barbara D'Urso da sempre sostenitrice del Ddl. Nei giorni scorsi lo stesso Luxuria si era espressa contro Tajani per la frase infelice sulla famiglia da parte del coordinatore di Forza Italia: "Purtroppo la mamma dei retrogradi è sempre incinta. Se affidiamo alle destre le questioni dell’etica, della lotta alla discriminazione e all’omotransfobia stiamo freschi. Se Tajani avesse detto queste cose al Parlamento europeo chissà quanti fischi avrebbe preso", ha sottolineato proprio Luxuria all’Adnkronos sulle polemiche che si sono scatenate dopo le dichiarazioni di Antonio Tajani in occasione della presentazione di alcune iniziative per la festa della mamma.

 

 

"Mi sembra che Tajani abbia una visione leggermente color seppia della realtà italiana, per usare un eufemismo - ha proseguito - la donna angelo del focolare ecc. Oltre tutto le donne che non possono avere figli sono le stesse contro cui si fa di tutto per rendergli più difficile, si pensi all’inseminazione eterologa, la possibilità di poter diventare mamme. E questo è un rappresentante di Forza Italia - ha affermato con ironia Luxuria - quella che dovrebbe rappresentare la parte più moderata della destra. Spero che tutte quelle donne illuminate di Forza Italia facciano sentire la propria voce. Questa è la dimostrazione che la misoginia e l’omofobia vanno sempre a braccetto".