Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv, 5 maggio, Buongiorno, mamma! su Canale5: la trama della fiction con Raoul Bova

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, mercoledì 5 maggio 2021, torna la fiction "Buongiorno, mamma!" in onda su Canale5. La terza puntata vedrà Agata diventare sempre più un pericolo per la famiglia Borghi, mentre Sole decide di non comunicare al padre, Guido, che è in attesa di un figlio.

 

 

La trama. Il primo episodio della serata s’intitola Buongiorno padre e racconterà della gravidanza inattesa di Sole (interpretata dall’attrice Ginevra Francesconi). Il figlio è di Federico, ma Sole vuole vivere l’esperienza della maternità senza di lui. Questa decisione fa emergere in Guido uno stato d’ansia legato alla preoccupazione dei segreti in merito al passato di Sole. Anche Francesca nutre diversi sospetti ripensando all’infanzia di Sole e ai ricordi che lentamente riaffiorano in lei. Nel frattempo Agata è quasi completamente integrata nella vita quotidiana della famiglia Borghi, ed è rimasta in contatto con Colaprico. È il vicecommissario l’unico in grado di far riaprire il caso della scomparsa della madre. Nel secondo episodio della serata, intitolato Per chi batte il tuo cuore, il centro della storia veerterà sul rapporto tra Guido e Agata. Forse la diffidenza di Guido è palpabile, nonostante questo aiuta la ragazza per un esame. Scopriremo anche cos’ha fatto Anna in passato per Agata mentre Guido si renderà conto del grande pericolo che è la ragazza per la sua famiglia.

 

 

Nel cast di Buongiorno, mamma! la famiglia Borghi vede l’attrice Maria Chiara Giannetta nei panni della madre e moglie Anna e Raoul Bova in quelli del marito e padre Guido. Poi ci sono i quattro figli: Elena Funari (Francesca), Matteo Oscar Giuggioli (Jacopo), Ginevra Francesconi (Sole) e il figlio più piccolo Michele (Marco Valerio Bartocci). La fiction è diretta da Giulio Manfredonia e Matteo Mandelli che hanno deciso di coinvolgere nel cast anche Serena Autieri per dare forma al personaggio di Miriam Castellani.