Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

DiMartedì, il virus ancora al centro della puntata di Giovanni Floris

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, martedì 4 maggio 2021, come al solito La7 ospita l'ennesima puntata di diMartedì, il talk condotto da Giovanni Floris con numerosi ed autorevoli ospiti. Inizio del programma alle ore 21.15, il sipario si alza per la 31esima volta su uno dei programmi più guardati e più amati dell'emittente, subito dopo Otto e Mezzo. Nello spot è lo stesso Floris ad annunciare di cosa si occuperà questa sera la sua trasmissione: "La pandemia, la politica, l'economica, la società, le interviste, i confronti, le inchieste". Ennesima puntata intensa e focalizzata in particolare sull'attualità.

Ovviamente a partire dal Covid, virus che ormai da quindici mesi tiene prigioniero più di mezzo mondo. A che punto è la situazione in Italia? La campagna vaccinale continuerà a crescere? Quanto e perché sono pericolose le varianti? Ovviamente si parlerà anche dei problemi economici e sociali che sono causati dal virus. Giovanni Floris come sempre farà il punto tirando in ballo gli esperti dei vari settori e leggendo i sondaggi, anche per capire come la pensano gli italiani e se ci sono ripercussioni dal punto di vista politico.

Naturalmente non si parlerà soltanto di Covid. Al centro dell'attenzione anche il caso Fedez. Le dichiarazioni dell'artista dal palco del Primo Maggio hanno sollevato un vero e proprio polverone. Cosa accadrà nei prossimi giorni alla possibile Zan. Questi gli ospiti della puntata di stasera: Bruno Vespa, Matteo Bassetti, Alessandro Ricci, Paolo Bella Vite, Antonella Boralevi, Paolo Di Paolo, Chiara Saraceno, Concita De Gregori, Myrta Merlino, Gianni Barbacetto, Antonio Caprarica, Filippo Facci, Alessandro Sallusti, Nando Pagnoncelli, Maurizio Landini, Pierpaolo Sileri, Francesca Donata, Elisabetta Gardini, Furio Colombo, Antonello Dose, Ilaria Capua, Amalia Ercoli Finzi, Barbara Gallavotti, Gianrico Carofiglio, Stefania Salmaso, Alfonso Celotto, Giuliano Cazzola, Mohamed El Hawi e Pier Luigi Celli.