Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccini, Giletti: "L'Europa ha fallito: le case farmaceutiche ci hanno preso per il cu**" | Video

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Durante la puntata di Non è l'Arena, su La7, andata in onda domenica 2 maggio, si è verificato uno sfogo del conduttore, Massimo Giletti. Il giornalista infatti non ha gradito un intervento di Alessandro Cecchi Paone, ospite in studio, che ha definito come rischio enorme le riaperture decise dal Governo Draghi in questi ultimi giorni considerando la situazione della pandemia da Covid in Italia.

 

Lo sfogo di Massimo Giletti a Non è l'Arena

 

E così Giletti non si è trattenuto: "Rimarremo chiusi tutta la vita? La paura della politica è fermare sempre tutto", ha affermato. Il conduttore del talk show di La7 non si è fermato qui e ha esteso il discorso anche ai contratti dell'Europa sui vaccini: "Per l'ennesima volta l'Europa ha fallito, le case farmaceutiche ci hanno preso per il culo", ha affermato.

 

 

Nei giorni scorsi Giletti si era invece lasciato andare a un intervento legato sempre all'Europa, ma dal punto di vista calcistico, con le polemiche legate alla Superlega: "La cosa che mi rammarica di più della vicenda Superlega? E' aver fatto passare Ceferin (il presidente della Uefa, ndr) come eroe supremo della resistenza e baluardo dei piccoli club, quando l’Uefa è un organismo che ha gestito veramente il calcio in modo pessimo, poco trasparente e pieno di scandali. Farsi dare una lezione di morale da Ceferin, ecco, non mi piace, non mi è piaciuto affatto", ha dichiarato all'AdnKronos, il quale ha aggiunto: "Io credo che quando un’idea crolla così velocemente, in soli due giorni, vuol dire che alla base non c’è un’idea industriale - ha osservato il giornalista, super tifoso juventino -. Ma se si muovono dodici club, dodici presidenti di grande qualità come loro, vuol dire che c’è qualcosa che non va, e penso chiamasi disperazione. Siamo arrivati ad un calcio che non è più sostenibile. Ma tu non sei il re, che dà ai suoi sudditi regalie varie e tieni il lusso per te".