Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mezz'ora in più, puntata di domenica 2 maggio. Il ministro del lavoro Andrea Orlando ospite di Lucia Annunziata

  • a
  • a
  • a

Si parlerà del mondo del lavoro messo a dura prova dalla pandemia durante la puntata di Mezz'ora in più in onda domenica 2 maggio alle 14,30 al quale poi seguirà Mezz'ora in più-Il Mondo alle 16 Il piano nazionale del governo Draghi e la crisi del mondo del lavoro, che dall'inizio della pandemia ha perso quasi 900 mila posti. Questo uno degli argomenti che saranno trattatati da Lucia Annunziata e il ministro del lavoro Andrea Orlando. Sul tavolo anche le richieste che i sindacati hanno rilanciato il giorno del 1 maggio chiedendo un'altra proroga del blocco dei licenziamenti dopo giugno in attesa di mettere mano sul serio alla riforma degli ammortizzatori.

Poi la trasmissione tratterà l'ennesimo scandalo che ha coinvolto la magistratura italiana dopo la diffusione dei verbali segreti dell'avvocato Pietro Amara, in merito alla presunta loggia massonica che avrebbe condizionato nomine ed affari. Sul caso nei giorni scorsi Ansa ha diffuso la notizia che la Procura di Perugia avrebbe aperto un fascicolo dopo che i verbali sono stati trasmessi da Milano. Inoltre si tratterà anche il dramma della pandemia in India e Brasile due paesi messi in ginocchio dalle varianti. Si cercherà di capire come i focolai in atto nei due paesi possano condizionare il processo per uscire dalla pandemia a livello globale per effetto delle campagne di vaccinazione che stanno procedendo in diversi paesi con l'obiettivo di arrivare all'immunità di gregge.

 

Questi i temi al centro della puntata di Mezz'ora in più e Mezz'ora in più/Il Mondo che verrà' in onda oggi alle 14.30 su Rai3. Lucia Annunziata e Antonio Di Bella ne parleranno con il ministro del Lavoro Andrea Orlando, il presidente di Confindustria Carlo Bonomi, il giurista ed ex magistrato Armando Spataro, i giornalisti Giovanni Bianconi e Carlo Pizzati, il missionario Don Simone Bernardi, il fotoreporter Tommaso Protti.