Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beppe Carletti, matrimonio e figli: Elena eletta due volte sindaco di Novellara

  • a
  • a
  • a

Beppe Carletti è il leader indiscusso dei Nomadi, la vera anima, soprattutto dopo la morte della celebre voce di Augusto Daolio. I Nomadi sono uno dei gruppi italiani più amati di sempre, nonché il più longevo. Cofondatore della band, Beppe Carletti ha saputo resistere ai tanti cambiamenti che hanno coinvolto sia il gruppo che la sua vita, a partire dalla scomparsa dell’amico Augusto Daolio. Ancora oggi è il leader dell’immortale gruppo emiliano.

 

 

Nato a Novi di Modena il 12 agosto 1946 sotto il segno del Leone, Carletti si è dimostrato appassionato di musica fin da bambino, a sedici anni infatti ha fondato i Nomadi dalle ceneri di un suo precedente gruppo, i Monelli, insieme all’amico Augusto Daolio, a Franco Midili, Leonardo Manfredini, Gualberto Gelmini e Antonio Campari. Diventati uno dei gruppi di punta del movimento beat italiano, grazie anche all’apporto fondamentale in fase di scrittura, nei primi anni, dell’amico Francesco Guccini (tra i brani scritti Canzone per un'amica, Statale 17 e Noi), i Nomadi sono riusciti nel corso degli anni a trasformarsi, a cambiare la propria pelle, senza mai abbandonare la loro essenza, dando alle stampe un numero importantissimo di album sia prima che dopo la scomparsa del compianto Augusto.

 

 

Oggi Beppe Carletti è l’unico membro stabile del gruppo, ma continua a portare avanti la leggenda dei Nomadi con grande passione. L’ultimo brano del gruppo, finora, è Solo esseri umani, pubblicato nel 2021. Per quanto riguarda la vita privata, è sposato e ha due figli, oltre a diversi nipoti. La figlia Elena, sindaco di Novellara, ha anche scritto i testi di alcune canzoni dei Nomadi. Nel 2005, Carletti è stato nominato Cavaliere della Repubblica Italiana dal presidente Ciampi. Beppe Carletti è ospite sabato 1 maggio su Canale5 (inizio del programma alle 15,30) nel salotto di Verissimo, intervistato da Silvia Toffanin.