Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv, 30 aprile, Felicissima Sera su Canale5: tra gli ospiti Eros Ramazzotti, Laura Chiatti e Malena

  • a
  • a
  • a

Terzo e ultimo appuntamento, stasera in tv venerdì 30 aprile 2021, con l'irriverente show Felicissima Sera in onda oggi su Canale5 a partire dalle ore 21,40. Lo spettacolo dove tutto può accadere imperniato sulle performances di Pio e Amedeo nelle precedenti puntate ha avuto un grande successo superando sempre i 4 milioni di spettatori e il 21% di share.

 

 

Anche nell’ultima puntata di Felicissima Sera sono previste grandi coreografie e performance, musica live, momenti di irriverente comicità e lo sguardo disincantato sul mondo dei due showman pugliesi, entrambi originari di Foggia: pronti a dissacrare il linguaggio televisivo, senza dimenticare la tradizione del grande varietà rielaborato con la loro brillante leggerezza. Grande parterre di ospiti in studio anche in quest'ultimo appuntamento. Oltre a Francesco Pannofino, storica voce fuoricampo del programma Emigratis, ci saranno Eros Ramazzotti, Raoul BovaLaura Chiatti, Noemi, Nina Zilli, Malena e il matematico Piergiorgio Odifreddi.

 

 

Felicissima Sera è anche digital. Su Mediaset Play Infinity (sito, app, smart tv) sarà possibile seguire le puntate in diretta, recuperarle in un secondo momento e rivedere i momenti più divertenti. I profili Facebook, Instagram e Twitter di Felicissima Sera, inoltre, coinvolgeranno gli utenti con gif, meme e video esclusivi di backstage. L’hashtag ufficiale è #FelicissimaSera. "Una prova di coraggio, una ventata di novità nelle case degli italiani", ha raccontato la coppia in queste ultime ore prima dell'ultima puntata. Sul successo riscontrato spiegano come si sia trattato di "un banco di prova. Uno show d’avanguardia che ha scardinato gli schemi del classico varietà, dall’interazione con gli ospiti al titolo vintage. E per chi ci guarda, una boccata d’aria. Perché non continuare? Perché le cose belle vanno interrotte. Un po’ come nel programma Emigratis. È stato pensato come cavallo di Troia alla nostra prima volta nelle rete ammiraglia, sovvertendo regole e cercando normalità" hanno spiegato.