Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Zona bianca", stasera in tv 21 aprile fra gli ospiti il professor Zangrillo e Massimo Ferrero

  • a
  • a
  • a

Il professor Alberto Zangrillo, primario dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale e Cardio-Toraco-Vascolare dell’Ospedale San Raffaele di Milano, torna a parlare in tv ospite di Giuseppe Brindisi a ’Zona Bianca' - il programma di attualità e approfondimento realizzato in collaborazione tra Videonews e Tg4 in onda questa sera, mercoledì 21 aprile, in prima serata su Retequattro.

 

 

Tra i temi trattati le nuove regole sanitarie, le riaperture previste per il 26 aprile e le misure a sostegno dell’economia. A seguire, con il conduttore di Tiki Taka - La Repubblica del Pallone Piero Chiambretti e con il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, focus sulla rivoluzione del calcio con la creazione da parte di dodici storici club europei della Superlega, che ha suscitato la reazione dei tifosi in tutta Europa, le proteste di Uefa e Fifa e le critiche di molti esponenti politici di punta, come il premier Mario Draghi e il presidente francese Emmanuel Macron.  Spazio anche agli sviluppi del ’caso Grillo': con il fondatore del M5S, che con un video pubblicato sui suoi canali social, ha difeso il figlio Ciro - indagato per stupro di gruppo - e attaccato stampa e magistratura. Ospiti fissi della trasmissione il professor Luca Ricolfi, il direttore de ’Il RiformistaPiero Sansonetti e l’economista Carlo Alberto Carnevale Maffé. Con loro Maria Giovanna Maglie, Domenico De Masi e Maurizio De Giovanni

 

Proprio oggi il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, è intervenuto sulla Superlega, progetto naufragato in 48 ore. "I tifosi sono il sale del calcio, senza di loro non esisterebbe. Super League? Ho cercato di dare il mio pensiero. Siamo state 13 persone ad andare contro la fazione in Lega, poi purtroppo siamo rimasti i 4 dell’Ave Maria. Se parliamo di correttezze ci vogliono 20 ore per spiegare che la correttezza è un optional in questo fatto. Abbiamo dato un’immagine della Lega veramente sbagliata e voglio capire quelli che sono stati presi in giro come reagiranno. Dobbiamo riprendere in mano al calcio: se andiamo dietro a gente con il delirio di onnipotenza non andiamo da nessuna parte. Come si permettono?".