Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

A DiMartedì l'immunità di gregge e il punto sulla campagna vaccinale

  • a
  • a
  • a

Anche nella giornata di oggi, martedì 13 aprile, in televisione appuntamento su La7 con diMartedì. Il programma di approfondimento condotto da Giovanni Floris, inizierà alle 21.15 e ovviamente pure questa sera al centro della trasmissione ci sarà la pandemia da Covid 19. Non solo l'emergenza dal punto di vista sanitario, ma anche quella economica e quella politica, come del resto è sempre accaduto dall'inizio della diffusione del virus. Verranno di nuovo affrontati i problemi relativi alla campagna di vaccinazione, ma anche i comportamenti delle aziende produttrici.

Ancora una volta gli esperti spiegheranno perché è necessario lasciarsi somministrare il vaccino e cosa si rischia a rifiutare. Ma saranno ipotizzati anche i tempi per il raggiungimento dell'immunità di gregge. Ulteriori spiegazioni, inoltre, sulle varianti al Covid e sulle valutazioni sui numeri attuali della diffusione. In studio sarà affrontato anche l'argomento delle riaperture. Dal punto di vista economico piccoli imprenditori e centinaia di migliaia di lavoratori sono letteralmente in ginocchio. Ha senso velocizzare la riapertura del Paese, come chiedono alcune forze politiche? Oppure occorre andare avanti altre settimane con le restrizioni, sulla linea del ministro alla Salute, Roberto Speranza?

La ripartenza lenta rischia in ritardo rischia di essere una pesante zavorra? Oppure una ripartenza in anticipo rischia andare incontro ad una nuova chiusura? Come in tutte le puntate numerosi e autorevoli gli ospiti in studio: Marcello Ticca, Evelina Christillin, Bernabò Bocca, Gene Gnocca, Ilaria Sotis, Antonio Caprarica, Giacomo Mameli, Fabrizio Roncone, Pietro Senaldi, Alessandro Sallusti, Nando Pagnoncelli, Pier Luigi Bersani, Elsa Fornero, Pierpaolo Sileri, Barbara Gallavotti, Massimo Ghini, Maria Rita Gismondo, Pietro Castellitto, Elisabetta Gardini, Massimo Andreoni, Giuliano Cazzola, Ernesto Francesco Alecci, Stefania Salamaso e Raffaello Lupi.